TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Nba: cadono Golden State e Houston

Warriors sconfitti in casa contro Charlotte, Rockets in crisi dopo il ko a Washington. Un Belinelli da 14 punti non basta ad Atlanta

Nba: cadono Golden State e Houston

Nella notte Nba i Rockets rimediano il 5° ko di fila a Washington e mettono a repentaglio il secondo posto a Ovest. Golden State si ferma in casa per la quinta volta: gli Hornets si tolgono la soddisfazione di un 111-100 che però non scalfisce il primato dei Warriors. Ai Clippers il derby di Los Angeles, i Bucks hanno la meglio sui Thunder grazie a una schiacciata a 1.3 secondi dalla sirena di Antetokoumpo. Belinelli non basta: Atlanta ko.

HOUSTON ROCKETS-WASHINGTON WIZARDS 103-121
Houston, abbiamo un problema: quinta sconfitta consecutiva per D'Antoni e secondo posto a rischio. Un Harden al di sotto della media (20 punti) spiana la strada ai Wizards che guidano sempre l'incontro toccando anche il +28. Percentuale dall'arco quasi perfetta (50%) e cinque uomini in doppia cifra con Porter a guidare gli scorer con 26 punti all'attivo. Per i Rockets è la peggior sconfitta dall'inizio della stagione.

CHARLOTTE HORNETS-GOLDEN STATE WARRIORS 111-100
Golden State non approfitta dell'ennesimo scivolone dei Rockets e, per la quinta volta dall'inizio della regular season, cede il passo all'Oracla Arena, stavolta ai Charlotte Hornets. Partita tirata, ma dall'intervallo lungo in poi Howard (29 punti e 13 rimbalzi a referto) e soci non sbagliano quasi più nulla, dilagando nell'ultimo periodo. Per i Warriors è il secondo ko del mese dopo quello contro i Nuggets.

ATLANTA HAWKS-TORONTO RAPTORS 98-111
I Raptors rialzano la china dopo un momento no durato appena due partite. D'altronde per tenere il passo di Boston era necessario rimettersi in carreggiata immediatamente: DeRozan guida l'attacco con 25 punti, mentre sull'altra sponda Prince, Schroder e Belinelli (14 punti e 3 assist per lui) risultano efficaci ma non sufficienti agli Hawks per evitare la sconfitta numero 26.

INDIANA PACERS-CHICAGO BULLS 107-119
Lauri Markkanen è la luce dei Bulls. Il rookie finlandese infila 32 punti (con 11/17 al tiro, il suo massimo finora) nella gara contro Indiana, che senza l'infortunato Oladipo va subito in crisi e non riesce a recuperare dalla prima botta del match che dice 37-27 dopo 12'.

BROOKLYN NETS-MIAMI HEAT 111-87
I Brooklyn Nets surclassano Miami in una delle partite peggiori degli Heat da inizio stagione. Il 3/26 da tre punti (11.5 %) spiega l'andamento della gara dei padroni di casa, costretti alla resa quando dal secondo quarto in poi i Nets mettono il turbo fino ad arrivare al +38 di inizio quarto periodo: otto giocatori in doppia cifra per Brooklyn, guidati dal massimo in carriera da 21 punti in uscita dalla panchina di Joe Harris.

DALLAS MAVERICKS-NEW ORLEANS PELICANS 128-120
Il nome Dennis Smith Jr comparirà spesso sui titoli dei prossimi mesi. Per il momento, il rookie di Dallas si prende le luci della ribalta nella vittoria dei Mavericks a New Orleans: prima tripla doppia in carriera (21-10-10) e una prestazione da incorniciare in una gara che non ha mai visto i Pelicans andare avanti nel punteggio nonostante i 33 di Davis e i 32 di Cousins.

MILWAUKEE BUCKS-OKLAHOMA CITY THUNDER 97-95
La partita sta tutta nell'errore arbitrale nel finale: a 1.3 secondi dal termine, i direttori di gara non si accorgono che la schiacciata di Giannis Antetokounmpo è viziata da un piede sulla linea di fondo del 34 greco. Proteste feroci dei Thunder, che erano riusciti a risalire dal -5 in un batti baleno. Per gli amanti dei numeri, non delude mai Russell Westbrook: 40 punti, 9 assist e 14 rimbalzi per una tripla doppia sfiorata.

PHOENIX SUNS-SACRAMENTO KINGS 111-101
C'è tanto Devin Booker nel successo che i Suns conquistano al Golden 1 Center di Sacramento: 26 punti come Warren, lo statunitense sta pian piano ritrovando la forma dopo lo stop forzato di nove gare. Per i padroni di casa, galvanizzati dalla vittoria contro i Cavs, non c'è nulla da fare: Bogdanovic resta fermo a 13 punti.

LOS ANGELES CLIPPERS-LOS ANGELES LAKERS 121-106
Manca ancora Gallinari, ma il derby, i Clippers, se lo portano a casa con un violento 121-106 che non ammette repliche: sempre in vantaggio, sempre in controllo, gli uomini di Rivers chiudono con sette uomini in doppia cifra. Si fanno notare i 24 punti di Griffin e i 23 di Williams. Per i gialloviola è la quinta sconfitta di fila, la decima del mese di dicembre.

TAGS:
Basket
Nba
Golden state
Houston
Belinelli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X