Nba 2015-16: inizia la caccia ai Warriors

Stanotte scatta la regular season. Golden State deve difendere il titolo dagli assalti di Cavs, Spurs, Clippers e Thunder

Nba 2015-16: inizia la caccia ai Warriors

L'attesa è finita, questa notte scatta la stagione Nba 2015-16, una maratona di 82 partite che porterà alla definizione della griglia playoff e di conseguenza alla battaglia fino alle Finals che assegnano il titolo di campione. Il programma dell'opening night propone tre partite: Atlanta Hawks-Detroit Pistons, Chicago Bulls-Cleveland Cavs e Golden State Warriors-New Orleans Pelicans con la cerimonia di consegna degli anelli ai californiani.

A Oakland, sulla baia di San Francisco, hanno ancora tutti negli occhi la splendida cavalcata di Stephen Curry e compagni chiusa lo scorso giugno col titolo contro i Cavs di LeBron James: sono i campioni in carica e quindi partono con i gradi di favoriti visto che hanno confermato il nucleo con anche Klay Thompson, Draymond Green e Andre Iguodala, sorprendente Mvp delle ultime Finals. La concorrenza sarà spietata visto che, soltanto ad Ovest, ci sono nell'ordine i San Antonio Spurs rinforzati da LaMarcus Aldridge, i Los Angeles Clippers che hanno aggiunto l'esperienza di Paul Pierce e il talento di Lance Stephenson, gli Houston Rockets del 'Barba' James Harden e gli Oklahoma City Thunder di Durant e Westbrook, desiderosi di riscattarsi dopo un'annata falcidiata dagli infortuni e chiusa fuori dai playoff.

Ad Est si parte stanotte con Bulls-Cavs, probabilmente le due squadre più forti. Cleveland senza dubbio è la grande favorita per tornare in finale, con la stella assolta LeBron James attorniato da un nucleo importante in cui spiccano Irving e Love. Chicago riparte con un nuovo coach, il debuttante Hoiberg, e nuove speranze di tornare ai fasti dell'era Jordan: dalle parti di 'Windy City' confidano in Rose, in Butler e soprattutto in Pau Gasol, reduce da un Europeo da fenomeno con la Spagna. Alle spalle di queste due è tutto aperto, con Atlanta favorita davanti alle varie Toronto, Miami, Washington e Boston.

E poi ci sono gli italiani, rimasti in tre dopo il ritorno in Europa di Gigi Datome al Fenerbahce. Danilo Gallinari spera che la salute lo assista per giocare da stella e leader dei giovani Denver Nuggets, Marco Belinelli ha salutato il Texas e ha scelto l'ambizioso progetto dei Sacramento Kings, squadra talentuosa ma tutta da assemblare, mentre Andrea Bargnani è rimasto a New York ma passando dai Knicks ai Nets, desideroso di rinvincita nei confronti dei tanti critici. Per tutti e tre non si annuncia una stagione facile visto che nessuna delle loro squadre sembra poter avere speranze di accedere ai playoff, soprattutto Nuggets e Kings a Ovest.

TAGS:
Basket
Nba
Warriors
Cleveland

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X