Eurolega: Sassari cade nella tana del Maccabi

Terza sconfitta in altrettante gare per la Dinamo, che resta ultima da sola nel Girone D: 79-63 e strada verso le Top 16 in salita

Sassari cade anche nella tana del Maccabi Tel Aviv e rimane ultima da sola nel Gruppo D di Eurolega. Alla Yad Eliyahu Arena, nella terza giornata della fase a gironi, gli israeliani sconfiggono con un netto 79-63 (Smith 22, Eyenga 21) i campioni d'Italia: è la terza sconfitta in altrettante gare per la squadra di Sacchetti. La strada verso le Top 16 comincia davvero ad essere in salita, nel prossimo turno a Malaga servirà un'impresa.

Campione d'Europa due anni fa con coach Blatt (ricorda qualcosa Milano, eliminata ai playoff proprio dagli israeliani), ai quarti nella scorsa stagione ma autore di una partenza disastrosa quest'anno: questa la situazione con cui il Maccabi arrivava alla sfida, già da dentro o fuori, con Sassari. E la squadra di Guy Goodes non sbaglia, facendo un sol boccone di una Dinamo che in Europa non riesce proprio ad ingranare. I campioni d'Italia reggono con personalità per un tempo, poi il vuoto.

E' uno scatenato Devin Smith (ex Avellino), autore di 22 punti con il 71 % da tre (5/7) e ben 7 rimbalzi a trascinare il Maccabi, che riscatta le due sconfitte con Cska e Unicaja e torna in corsa per un posto tra le prime quattro del girone. Sassari si affida troppo alla serata di grazia di Eyenga (21 punti e 6 rimbalzi) e alla fine crolla, trovando l'ennesima sconfitta di una campagna europea che si preannuncia quantomeno proibitiva. Prossima sfida a Malaga: un successo sarebbe fondamentale, ma pensare ad un'impresa al momento è davvero difficile.

TAGS:
Banco sardegna sassari
Maccabi tel aviv
Eurolega
Basket

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X