Eurolega, Final Four: digiuno finito, Real Madrid campione

20 anni dopo l'ultima volta i blancos tornano sul trono d'Europa: battuto 78-59 l'Olympiacos. Andres Nocioni Mvp

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Eurolega, Final Four: digiuno finito, Real Madrid campione

Il digiuno è finito: 20 anni dopo l'ultima volta, era il 1995 a Saragozza, il Real Madrid torna a vincere l'Eurolega! Il nono titolo dei blancos arriva nelle Final Four di casa al termine della gara vinta 78-59 contro i greci dell'Olympiacos, gli stessi avversari di quel 1995. Alla terza finale consecutiva, dopo quelle perse a Londra e a Milano, la squadra di coach Pablo Laso sale sul trono d'Europa. Mvp l'argentino Andres Nocioni, 12 punti.

Il Real Madrid batte 78-59 l'Olympiacos e vince l'Eurolega per la prima volta dopo 20 anni: si impone in casa, al Barclays Card Center, ed è la prima squadra dal 2007 a vincere le Final Four sul campo amico (Panathinaikos ad Atene nel 2007). La partita si gioca sul filo dell'equilibrio: a fine primo quarto i greci sono avanti 17-15, spinti da 10 punti di un bollente Lojeski, americano di passaporto belga. Nel secondo periodo il Real rintuzza un primo tentativo di fuga e poi sono i blancos ad allungare sul 35-28 all'intervallo lungo con le triple dell'ex milanese Maciulis e dell'ex trevigiano KC Rivers.

Nel terzo quarto i padroni di casa allungano sul 40-29 con Rudy Fernandez ma l'Olympiacos è un osso durissimo e risponde con un parziale di 12-0 per il sorpasso sul 41-40 grazie a Printezis e al solito Lojeski. Il Real Madrid non di scompone e viene preso per mano da Jaycee Carroll: l'ex guardia di Teramo si accende e segna 11 punti in finale e così i blancos sono avanti 53-46 a fine terzo periodo. Nel quarto ed ultimo quarto sale in cattedra l'argentino Nocioni che mette la bomba del 56-46 e poi quella del 65-55 che apre un parziale, quello decisivo, di 9-0.

L'Olympiacos, alla terza finale negli ultimi quattro anni (due titoli nel 2012 e nel 2013), ha 17 punti da Lojeski e 11 da Printezis ma viene tradito dalla sua stella Spanoulis che, dopo i canestri decisivi per batte il CSKA Mosca in semifinale, gioca una gara totalmente anonima da appena 3 punti (0 su 4 da tre) e chiude con molto nervosismo, scagliando due volte il pallone addosso a Rudy Fernandez. Il Real Madrid del presidente Florentino Perez invece si gode i 16 punti di Jaycee Carroll e i 12 di Llull e Nocioni, il 35enne argentino visto anche in Nba coi Chicago Bulls votato Mvp, miglior giocatore della Final Four.

Il CSKA Mosca chiude al terzo posto nelle Final Fuour 2015 di Eurolega a Madrid. I russi di coach Itoudis, grande favorita al titolo ma sconfitta in semifinale dall'Olympiacos di un maestoso Spanoulis, superano 86-80 il Fenerbahce nella finalina. Gara incredibile perchè il CSKA parte fortissimo, 22-4, e addirittura nel terzo periodo tocca il massimo vantaggio sul +28, 54-26. Sembra fatta ma i russi fanno l'errore di fermarsi e dare per chiuso il discorso ma i turchi di Obradovic pian piano rimontano, spinti da Erden, Goudelock e dall'Mvp della stagione di Eurolega Bjelica. Nel quarto periodo la rimonta è completata da Zisis che mette la bomba del 70-70. Il finale è punto a punto ma il guizzo finale è del CSKA Mosca che con Nichols trova la tripla dall'angolo dell'84-78 che evita un'altra clamorosa beffa. Il Fenerbahce, cui non bastano 24 punti da Goudelock, top scorer della partita, chiude al quarto posto la prima Final Four di Eurolega della sua storia.

TAGS:
Eurolega
Basket
Real madrid
Olympiacos

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X