Basket, Serie A: Milano affonda Varese, Venezia e Avellino ko

L'Olimpia vince 98-82 il derby di Masnago e torna a +6 sull'Umana Reyer che perde a Trento e sulla Sidigas, sconfitta a Pistoia

Trento-Venezia, foto Lapresse

Nella 18esima giornata del campionato di basket di Serie A Milano vince 98-82 il derby con Varese a Masnago e consolida il primato in classifica. A trascinare l'Olimpica ci pensa Zoran Dragic che sigla 19 punti. Con questa vittoria l'EA7 si porta a 30 punti, 6 lunghezze in più sulla Venezia-Avellino. L'Umana Reyer perde 65-57 nel lunch match sul campo della Dolomiti Energia Trento mentre la Sidigas esce sconfitta 67-59 a Pistoia.

Milano fa suo il derby numero 174 con Varese: la squadra di Repesa domina nei primi due quarti arrivando anche a 20 punti di vantaggio (52-32) pochi istanti prima dell'intervallo lungo. I campioni d'Italia rientrano in campo distratti e Varese ne approfitta piazzando un parziale di 24-3 che riapre il match. Per l'Openjobmetis Christian Eyenga mette a segno 16 punti ma l'Olimpia è viva e non vuole farsi scappare l'opportunità di allungare in classifica. Con pazienza Milano approfitta della serata di grazia di Dragic e dell'apporto di Pascolo (16) e Macvan (15) per tenere a bada Varese fino alla sirena conclusiva.

La Dolomiti Energia Trento approfitta della scarsa forma della Reyer Venezia per vincere 65-57 e centrare il terzo successo consecutivo. La squadra di coach Buscaglia inizia forte e tocca il +9, poi però gli orogranata rispondono e sorpassano nel secondo periodo sul 21-20. E' solo un fuoco di paglia perchè Trento ha il controllo del match, va al riposo lungo sul +6 (31-25) e nella ripresa conserva un margine tra i 4 gli 11 punti. Il finale è in volata, la Reyer torna anche a -1 ma a 26 secondi dalla fine il canestro decisivo lo firma Aaron Craft, bravissimo a buttarsi a rimbalzo e a correggere l'errore di Forray per il 61-57. Venezia manca la replica e così Trento può sigillare il successo, il terzo di fila tenendo gli avversari sotto i 60 punti segnati. Sugli scudi proprio Craft con 18 punti mentre Venezia ha 17 punti con 4 triple da Bramos. In classifica Trento sale a 18 punti, in zona playoff, mentre la Reyer resta ferma a 24 punti e rischia di perdere il secondo posto.

Avellino cade a Pistoia e non sfrutta l'occasione di scavalcare Venezia e conquistare il secondo posto solitario in classifica. Dopo un buon avvio - con il primo quarto chiuso in vantaggio 22-14 - la Sidigas subisce il ritorno dei toscani che ribaltano il risultato con un ottimo secondo tempo. Nella The Flexx vanno in doppia cifra Petteway (12), Moore (10) e Crosariol (10), agli irpini non servono i 12 a testa di Ragland e Randolph: al PalaCarrara Pistoia vince 67-59. Si ferma anche la marcia di Sassari che, reduce da cinque vittorie consecutive, è battuta 56-48 a Brescia: la Germani fa festa con i 16 di Landry, il Banco di Sardegna paga percentuali disastrose al tiro (8/32 da due, 7/28 da tre) e ha in Lawal (12) il giocatore più prolifico. I sardi vengono agganciati al quarto posto da Capo d'Orlando che si impone 92-91 a Torino nella sfida più elettrizzante del pomeriggio: a consegnare il successo alla Betaland è una tripla di Stojanovic quasi allo scadere, Torino ha l'ultimo possesso ma Washington e Alibegovic falliscono il canestro del controsorpasso. Non sbaglia Caserta (19 Putney) che al PalaMaggiò batte 79-75 il fanalino di coda Cremona cui non bastano i 27 punti di Johnson-Odom.

Si rialza Pesaro che, dopo due sconfitte di fila, batte 78-73 Cantù. La Consultinvest è trascinata dai 19 punti ciascuno di Jones e Fields e dai 17 di Thornton, mentre i lombardi (al terzo ko nelle ultime quattro partite) si consolano con le buone prove di Johnson (22 punti) e Calathes (10 punti e 11 rimbalzi).

TAGS:
Basket
3.a di ritorno
Olimpia milano

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X