Basket, Serie A: Milano 10 e lode, Venezia non si ferma

L'Olimpia passeggia a Trento e resta a punteggio pieno. La Umana Reyer espugna Avellino, Caserta piega Brescia

Avellino-Venezia, foto lapresse

Tutto facile per l'Olimpia Milano che si impone 92-74 a Trento e brinda alla sua decima vittoria in altrettante giornate di campionato consolidando il primato in classifica. Successo pesante di Venezia che vince 80-78 ad Avellino e raggiunge gli irpini al secondo posto, a -6 dalla squadra di Repesa, dove ci sono anche Caserta e Reggio Emilia: la Pasta Reggia batte 89-83 Brescia, la Grissin Bon sarà impegnata nel Monday Night contro Capo d'Orlando.

Missione compiuta - e in grande scioltezza - per Milano che al PalaTrento va all'intervallo lungo sul +13 (31-44) e nella seconda parte di gara si limita ad amministrare senza forzare più di tanto le giocate: vanno in doppia cifra Simon (19), Macvan (12), Sanders (11), Kalnietis (11) e Dragic (10). La Dolomiti Energia si fa valere nei rimbalzi offensivi, si aggrappa ai punti di Hogue e Baldi Rossi (17 ciascuno) ma deve inchinarsi di fronte alla superiorità della squadra di Repesa, sempre più in fuga. Ora a inseguirla c'è un quartetto composto da Venezia, Avellino, Reggio Emilia e Caserta.

Prezioso il successo (89-83) della Pasta Reggia di coach Dell'Agnello su Brescia, cui non bastano i 29 punti di Landry (top scorer dell'incontro): i campani rispondono con i 28 di Sosa e la doppia doppia di Watt (20 punti + 10 rimbalzi). Più larga l'affermazione di Brindisi dell'ex Meo Sacchetti che batte Sassari al PalaPentassuglia 76-61 festeggiando nel migliore dei modi la 200esima gara in Serie A: per il Banco di Sardegna è la quarta sconfitta di fila. Pesante anche l'affermazione di Pistoia che al PalaCarrara piega 89-73 Torino (con 24 punti di Crosariol) e l'aggancia in classifica a quota 8 punti. Completa il quadro delle partite domenicali il colpaccio di Pesaro che passa 73-71 a Cremona staccando in classifica la Vanoli e condannandola all'ultimo posto solitario.

Palpitante l'ultimo minuto di gioco: Ragland riporta a -2 Avellino, ma sul possesso successivo a disposizione della Scandone Green si costruisce bene il tiro ma fallisce il jumper. Fallo sistematico su Ejim (scatenato l'ex Iowa State), che nel giro in lunetta fa uno su due: tanto basta al Venezia, perchè Leunen (con tre liberi a disposizione) trema dalla lunetta e non riesce a portare il match ai supplementari. Quarta vittoria consecutiva in campionato per la Reyer, che la prossima settimana riceverà l'Olimpia Milano al Taliercio: quella sì che sarà una vera prova di maturità per Ress e compagni.

TAGS:
Basket
Venzia
Milano
Trento
Avellino

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X