Basket, Serie A: Brescia, vittoria e aggancio in vetta

La Leonessa batte Pesaro 88-70 portandosi in testa con Avellino. Sconfitta interna per Venezia con Varese

Basket, Serie A: Brescia, vittoria e aggancio in vetta

Nella sedicesima giornata di Serie A Beko, Brescia supera Pesaro per 88-70 agganciando in vetta alla classifica Avellino. Decisivi i 21 punti di Lee Moore e una straordinaria fisicità a rimbalzo dei bresciani. Sconfitta interna per Venezia che cede a Varese: la coppia Cain-Tambone protagonista del blitz (75-63). Vince anche Bologna ma che rissa con Trento (82-75). Debutto amaro per Recalcati: Brindisi sbanca Torino 82-68.

TORINO – BRINDISI 68-82
Colpo esterno di Brindisi che espugna il PalaRuffini di Torino per 82-68. Partenza lanciata dei pugliesi (13-21 al 10’), poi nel secondo quarto la rimonta di Torino che ribalta l’inerzia della partita chiudendo addirittura in vantaggio all’intervallo: 40-33. Al ritorno sul parquet, Brindisi torna a macinare punti impattando i padroni di casa a quota 46. I canestri di Lalanne (15 punti) e Moore (26) scrivono il +10 a dieci minuti dal termine. A sigillare la vittoria di Brindisi sono le giocate di Moore.

BOLOGNA-TRENTO 82-75
Sul parquet si corre tanto e si sbaglia altrettanto sin dai primi minuti. Il primo quarto passa in archivio con Bologna avanti sul parziale di 21-13. Di Slaughter e Lawson l’allungo che consente a Bologna di portarsi sul +13 con Trento che resta attaccata alla partita grazie ai punti di Sutton. In apertura di terzo quarto si fa notare Aradori che mette 10 punti, poi a rovinare la partita una rissa furibonda tra i giocatori delle due squadre. Ne fanno le spese Gentile, Gutierrez e Sutton. Nonostante l’uscita dal campo di Sutton è Trento a tornare meglio in partita portandosi a -7 dopo l’iniziale -17. A scacciare via la paura dal Pala Dozza i canestri di Baldi Rossi e Slaughter.

VENEZIA-VARESE 63-75
I 17 punti di Cain e Tambone mettono fine alla serie negativa di Varese che espugna il parquet di Venezia. L’andamento della partita vede sempre l’Openjobmetis avanti con i campioni d’Italia costretti, invece e contro pronostico, ad inseguire. Fattori decisivi ai fini della vittoria di Varese si rivelano la difesa a zona e la supremazia a rimbalzo. A tenere in linea di galleggiamento Venezia solo Bramos (14) e Watt (10), ma Tambone e tutta Varese dimostrano di avere più benzina nelle gambe nell’ultimo e decisivo quarto. Termina 63-75 con l’Openjobmetis che inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno.

BRESCIA – PESARO 88-70
Brescia approfitta della sconfitta di Avellino agganciando la vetta della classifica. Dopo i primi due quarti giocati a marce basse, la Leonessa aumenta il ritmo nella seconda metà di gara battendo nettamente Pesaro per 88-70. Sugli scudi un L. Moore da 21 punti e 8 rimbalzi coadiuvato alla perfezione da Landry (15) e Hunt (13). A Pesaro non basta la super prestazione di D. Moore che fa registrare 27 punti a referto. All’intervallo sono gli ospiti a chiudere avanti sul parziale di 40-37, poi nel terzo quarto Brescia prende il largo sfondando la doppia cifra di vantaggio. Decisiva la supremazia a rimbalzo dei bresciani che doppiano gli avversari nel computo totale (42-21).

PISTOIA – CAPO D’ORLANDO 91-69
Vittoria e sorpasso in classifica per Pistoia ai danni di Capo d’Orlando. Termina con il risultato di 91-69 con i padroni di casa che interrompono una striscia di cinque sconfitte consecutive. Protagonista Gaspardo con 22 punti che riesce a sopperire all’assenza di Bond. Pistoia sempre in controllo, poi è nel terzo periodo che la squadra di Esposito piazza l’allungo decisivo. A Capo d’Orlando non bastano i 20 punti di Atsur per evitare il passivo.

TAGS:
Basket
Serie a
1.a ritorno

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X