Basket, Nba: niente Kings, Bargnani firma con Brooklyn

Quando sembrava ad un passo dal raggiungere Belinelli a Sacramento, il Mago cambia idea e accetta l'offerta dei Nets restando così a New York

Bargnani (Afp)

Sembrava tutto fatto per la 'reunion' tra Marco Belinelli e Andrea Bargnani ai Sacramento Kings ma all'ultimo il Mago ha accettato l'offerta dei Brooklyn Nets e resterà quindi a New York. Niente trasloco in California per il 30enne centro della Nazionale che firma un accordo biennale al minimo salariale (1,4 milioni di dollari a stagione) con la possibilità di uscire dal contratto al termine del primo anno e rimettersi sul mercato.

Bargnani ha rinunciato quindi ad una migliore offerta da parte dei Sacramento Kings, che mettevano sul piatto un biennale garantito da 1,8 milioni di dollari a stagione, per andare in una franchigia, appunto i Brooklyn Nets, che al momento sembra abbia più spazio e minuti da offrirgli, in particolar modo dopo l'addio del tiratore bosniaco Mirza Teletovic. "La nuova sfida ha un nome: Brooklyn Nets. Pronto ad accoglierla con voi", ha scritto su Twitter il Mago. Per i Nets la firma di Bargnani al minimo salariale è un rischio contenuto dato che Andrea, pur avendo saltato 35, 47, 40 e 53 gare rispettivamente nelle ultime 4 stagioni, resta un giocatore di enorme talento e con molti punti nelle mani (15 punti di media in carriera), soprattutto uscendo dalla panchina come cambio dei titolari Brook Lopez e Thad Young.

TAGS:
Basket
Nba
Bargnani
Brooklyn Nets

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X