Basket, Nba: Durant trascina i Warriors, Belinelli scivola a Miami. Infortunio per Curry

Settima gioia di fila per Golden State, Spurs ko. Gli Heat piegano i Sixers, Boston batte Minnesota

Basket, Nba: Durant trascina i Warriors, Belinelli scivola a Miami. Infortunio per Curry

Nella notte Nba arriva la settima vittoria consecutiva per Golden State che vince 110-107 contro San Antonio grazie a super Durant (37 punti e 11 rimbalzi) ma perdono Curry per infortunio. I Sixers di Belinelli (14 punti e 1 assist) scivolano a Miami, sorridono gli Heat 108-99. Successo per Boston che batte 117-109 Minnesota con Irving (23 punti). Vittorie anche per Brooklyn (125-111 sul parquet di Charlotte) e Oklahoma che stende i Suns 115-87.

Basket, Nba: Durant trascina i Warriors, Belinelli scivola a Miami. Infortunio per Curry

GOLDEN STATE WARRIORS-SAN ANTONIO SPURS 110-107, INFORTUNIO PER CURRY
Settima vittoria consecutiva per i Warriors che, all’Oracle Arena di Oakland, si aggiudicano il big match contro gli Spurs alla terza sconfitta nelle ultime quattro partite. Golden State si conferma seconda forza del raggruppamento Ovest, San Antonio al quinto posto. Gara spettacolare con allungo dei Warriors nel primo quarto, nel secondo rimonta degli Spurs che chiudono avanti di 9 punti il terzo ma capitolano nel finale. Grande protagonista della serata e decisivo per la vittoria di Golden State è Kevin Durant che brilla con una doppia doppia da 37 punti e 11 rimbalzi, poi 13 punti a testa per McGee e Thompson. Tripla doppia per Draymond Green che mette a referto 11 punti, 12 rimbalzi e 10 assist. Per quanto riguarda San Antonio, non basta la splendida doppia doppia di LaMarcus Aldridge (30 punti e 17 rimbalzi) e quella di Kyle Anderson (12 punti e 11 rimbalzi) così come i 14 punti di Murray e i 13 di Bertans.

Per i campioni in carica la serata ha portato anche la tegola dell'infortunio a Steph Curry che si è fatto male a una caviglia ed è dovuto uscire dal campo dopo soli due minuti di gioco. Oggi i controlli medici diranno quanto è grave l'incidente che ha colpito la star dei Warriors alla
vigilia ormai dei playoff.
 
MIAMI HEAT-PHILADELPHIA 76ERS 108-99
Gli Heat ritrovano la vittoria dopo lo scivolone di Washington, sul parquet amico dell’American Airlines Arena di Maimi dove capitolano i Sixers di Marco Belinelli (che chiude la sia partita con 14 punti e 1 assist in 30’ di gioco). Partita punto a punto fino allo strappo finale degli Heat. Philadelphia al secondo ko nelle ultime tre partite, anche se per entrambe le squadre la qualificazione ai playoff sembra cosa fatta. Miami ringrazia Whiteside (26 punti), Wade (16) e Richardson (13). Ai Sixers non basta la doppia doppia di Dario Saric (20 punti e 10 rimbalzi), così come i 18 punti di Redick e i 17 di Embiid.
 
MINNESOTA TIMBERWOLVES-BOSTON CELTICS 109-117
Seconda vittoria consecutiva per i Celtics che sbancano il Target Center di Minneapolis, tana dei TImberwolves alla terza sconfitta di fila. Boston allunga nei primi due quarti per poi gestire il vantaggio per il resto della partita. Minnesota ci prova con Bjelica, mattatore della serata con 30 punti e 12 rimbalzi, ma arriva il ko nonostante un Gibson da 18 punti e la coppia Crawford-Towns che ne piazza 15 a testa (Towns pure con 11 rimbalzi). Per Boston brilla Kyrie Irving con 23 punti, Horford (20) e Morris (17), protagonisti di una vittoria che blinda il secondo posto a Est. Timberwolves sesti a Ovest.
 
CHARLOTTE HORNETS-BROOKLYN NETS 111-125
I Nets trovano un successo che interrompe una serie di quattro sconfitte di fila, mentre gli Hornets si ritrovano a commentare il quinto ko consecutivo in una sfida tra due squadre fuori dalla zona playoff della Eastern Conference. Allo Spectrum Center di Charlotte il grande protagonista della serata è Allen Crabbe, top scorer della partita con 29 punti che guida Brooklyn alla vittoria. Per i Nets bene anche LeVert (22 punti) e Hollis-Jefferson che chiude in doppia doppia (18 punti e 12 rimbalzi). Migliori marcatori per gli Hornets: Walker (21), Howard (19) e Lamb (15).
 
OKLAHOMA CITY THUNDER-PHOENIX SUNS 115-87
Riscatto Oklahoma che sorride dopo due sconfitte ed è settima a Ovest in piena zona playoff, alla Chesapeake Energy Arena arriva la quarta sconfitta consecutiva per i Suns al penultimo posto nello stesso raggruppamento. Partita mai in discussione con i Thunder a ringraziare la splendida serata di Westbrook (27 punti), George (21) e Brewer (17), mentre Adams chiude con una doppia doppia da 16 punti e 12 rimbalzi. Top scorer del match è Devin Booker, ma i suoi 30 punti bastano solo per rendere meno amaro il ko per i Suns che segnano poco con gli altri: solo Chandler in doppia cifra con 10 punti, poi Harrison con 9 e gli altri a seguire.

TAGS:
Nba
Basket

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X