Nba: Belinelli decisivo, 1000 vittorie per Popovich

Marco segna il canestro del 95-93 Spurs sul campo dei Pacers. I Nuggets di Gallinari distrutti da Durant, rientro amaro per Bargnani coi Knicks

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Belinelli, foto Afp

Nove gare Nba nella notte. Spicca il successo dei San Antonio Spurs sul campo degli Indiana Pacers: Marco Belinelli - 12 punti - firma il canestro decisivo e coach Gregg Popovich può festeggiare le mille vittorie in carriera. Rientro amaro per Andrea Bargnani che segna 4 punti nella sconfitta dei Knicks a Miami. Stessa sorte per Gallinari che chiude con 3 punti nel ko interno dei Nuggets contro i Thunder di Durant, autore di 40 punti.

Dopo la sconfitta di Toronto, i San Antonio Spurs non sbagliano sul campo degli Indiana Pacers dove passano in volata 95-93 e possono regalare a coach Gregg Popovich la vittoria numero 1000 di una carriera leggendaria. Inoltre va sottolineato che tra i vari big in neroargento come Duncan, Parker e Leonard, sia invece Marco Belinelli - 12 punti alla fine - a firmare il canestro decisivo con un tiro dall'angolo dopo aver saltato un avversario con una finta a 2 secondi dalla sirena.
Indiana ha avuto la chance per il controsorpasso ma la tripla di George Hill non è andata a bersaglio e così gli Spurs hanno potuto onorare il loro allenatore per il traguardo raggiunto.
Serataccia invece per Danilo Gallinari che ha realizzato soltanto 3 punti (1 su 6 al tiro) in 14 minuti nella sconfitta casalinga 124-114 dei suoi Denver Nuggets contro gli Oklahoma City Thunder. I padroni di casa hanno potuto fare poco contro un immarcabile Kevin Durant da 40 punti con 7 su 12 da tre.
Battuti anche i New York Knicks 109-95 sul campo dei Miami Heat guidati da un notevole Chris Bosh da 32 punti. I Knicks hanno avuto 26 punti da Carmelo Anthony e hanno rivisto sul parquet Andrea Bargnani, alla terza presenza stagionale, la prima dallo scorso 2 gennaio: 4 punti (1 su 2 al tiro) in 14 minuti per il Mago che resta comunque a rischio taglio in caso di mancata cessione entro il 19 febbraio.
I Golden State Warriors faticano più del previsto per passare a Philadelphia, 89-84, mentre è più agevole il successo degli Atlanta Hawks sul campo dei Timberwolves, 117-105.
Colpo esterno dei Los Angeles Clippers che, pur senza Griffin, vincono 115-98 a Dallas con un Chris Paul da 25 e 13 assist. Vittoria in trasferta anche per gli Utah Jazz che stendono a domicilio 100-96 i New Orleans Pelicans privi di Anthony Davis: spiccano i 32 punti di Hayward.
Infine successi casalinghi per Washington su Orlando, 96-80, e per Milwaukee con Brooklyn, 103-97, con 12 punti, 9 rimbalzi e 8 assist del fenomeno greco Antetokounmpo, fresco di premio di giocatore della settimana per la Eastern Conference.

TAGS:
Basket nba
Spurs
Marco belinelli
Bargnani
Gallinari

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento