Nba: Lakers show, crolla Golden State

Senza Kobe Bryant i gialloviola piegano i Warriors; un super Lillard trascina Portland contro Okc

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Nba, foto AFP

La sorpresa della notte arriva dallo Staples Center: Golden State crolla a Los Angeles. Senza Kobe Bryant, a riposo, i Lakers s'impongono 115-105. Sono serviti un overtime e un Damian Lillard da favola ai Trail Blazers per uscire trionfanti da Oklahoma City: finisce 111-115 per Portland, con i Thunder di nuovo privi di Kevin Durant (ma con un Westbrook in formato monstre). Nessun problema per i Cavaliers di LeBron James: 125-104 su Minnesota.

Suona strano, ma in una delle imprese più belle di stagione manca la firma di Kobe. E' il primo match saltato quest'anno: coach Byron Scott ha deciso per il riposo, per preservare il suo fenomeno. La risposta è arrivata dai compagni, facendo di Golden State l'illustre vittima: 18 punti per Carlos Boozer, 17 per Ronnie Price e altri cinque uomini sopra i dieci. Per la regina dell'Ovest (e col miglior record di questa stagione), sotto per tutto l'incontro, non basta un ottimo Curry capace di metterne a referto 22.

Damian Lillard e Russel Westbrook se le danno di santa ragione: 40 punti ciascuno, 11 assist per il primo, 10 rimbalzi per il secondo. L'overtime premia però Portland, bocciando Okc priva di Durant per la terza volta in questa regular season. A trascinarla oltre l'ultimo quarto era stato proprio Lillard: tripla a tre secondi dalla sirena, per il 98 pari (preceduta da un'altra bomba da tre quando mancava un minuto). Nella notte in cui Kyrie Irving ne fa più di LeBron James (29 a 24) i Cavaliers vanno via in scioltezza contro i Timberwolves, chiudendo a +21.

Continua il momento positivo di Atlanta, alla quinta vittoria consecutiva: dopo il successo di Dallas, ecco arrivare il 107-104 rifilato ai Clippers. DeMarre Carroll si prende la copertina con una doppia doppia da 25 punti e 11 assist. I Nets non sbagliano contro Denver, ovviamente priva dello sfortunato Gallinari: a Brooklyn finisce 102-96, con un Joe Johnson da urlo autore di 27 punti (con 4/5 da tre), coadiuvato da un Mason Plumlee da 13 rimbalzi (career-high per lui).

Derrick Rose porta i Bulls al successo a Washington: 91-99 per Chicago, nel primo confronto stagionale. La palma di protagonista nella sfida tra Suns e Mavericks spetta a Eric Bledsoe: tripla doppia (16 punti, 10 rimbalzi e 11 assist), nel 124-115 finale per Phoenix. Affermazioni interne per Pacers (94-84 sui Pelicans) e Magic (100-95 ai Celtics), mentre Hornets e 76ers espugnano rispettivamente i parquet di Bucks (101-1018) e Miami (87-91).

TAGS:
Basket
Nba
Lakers
Golden State

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento