Nba: ride Portland, San Antonio ko al terzo over time

Non bastano i dieci punti di Belinelli agli Spurs. Stesso score ma con vittoria contro i Clippers per Gallinari

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Afp

Ancora una sconfitta al terzo over time. Gli Spurs cedono 119-129 con i Trail Blazers, trascinati da un immenso Lillard: a San Antonio non bastano i dieci punti di Belinelli. Identico score per Gallinari, ma con successo: i Nuggets battono 109-106 i Clippers, grazie anche ad una tripla dell'azzuro sul 102-98, a due minuti dalla sirena. Vittoria per Cleveland (95-91 sui Nets), nella notte in cui Miller da una grossa mano al solito LeBron James.

Era dal 1951 che la stessa squadra non chiudeva due gare consecutive al terzo supplementare: nel dicembre di oltre sessant'anni fa ci erano riusciti i Baltimore Bullets. Dopo il ko contro Memphis ecco dunque arrivare un'altra sconfitta: Damian Lillard ne mette a referto addirittura 43, seguito dai 32 (con 16 rimbalzi) di LaMarcus Aldridge. Non è da meno Tim Duncan (32 punti e 10 rimbalzi), ma il terzo over time (7-17 il parziale) condanna gli Spurs.

Gallinari c'è: dieci punti per l'azzurro, di cui cinque nell'ultimo quarto. I Nuggets si presentano al terzo quarto con 16 lunghezze di vantaggio sui Clippers, ma giocano un parziale disastroso (12-31), finendo sotto. L'ultima frazione, con la tripla del Gallo preceduta da quella di Wilson Chandler torna a sorridere a Denver. Non sbagliano i Cavaliers, dopo la batosta contro Atlanta: per una notte LeBron James (diventato 23o realizzatore di sempre in Nba) è costretto a condividere la copertina con Mike Miller: 21 punti per lui, frutto di ben sette bombe da tre (7/8).

Bella sfida tra Chicago e Memphis, derby di casa Gasol: i Bulls vanno a vincere al FedExForum 103-97. Sei punti per Pau, 13 per Marc, ma la prestazione da urlo è quella di Jimmy Butler, con 31 punti a referto e 10 rimbalzi, coadiuvato dall'altro spagnolo (montenegrino d'origine) Nikola Mirotic (27 punti e 6/6 da tre, dalla panchina). Colpo dei Raptors, vincenti 110-100 a Detroit, con i Pistons sempre privi di Datome. C'era curiosità per la prima senza Rondo di Boston: nessun problema contro Minnesota, superata in scioltezza 114-98.

Anche senza Kevin Durant i Thunder battono i Lakers allo Staples Center, con il punteggio di 104-103, trascinati da un super Russell Westbrook, con Bryant in ombra. I Jazz si portano a casa il successo dal parquet di Orlando (94-101), così come gli Hornets riescono a vincere a Philadelphia (91-109). Quinta sconfitta consecutiva in casa per Miami (priva di Bosh): passa anche Washington 105-103, grazie al duo Wall-Nenè.

TAGS:
Basket
Nba
Sport usa

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento