Nba: Belinelli e Gallinari non bastano, cadono Spurs e Nuggets

San Antonio perde contro i super Grizzlies. Dopo un supplementare i Rockets battono Denver

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Nba: Belinelli e Gallinari non bastano, cadono Spurs e Nuggets

Nella notte Nba cadono gli Spurs e i Nuggets nonostante le buone prestazioni di Marco Belinelli e Danilo Gallinari, autori rispettivamente di 15 e 16 punti. San Antonio perde soltanto al terzo overtime (117-116) contro i Grizzlies, una delle rivelazioni di questo avvio di stagione. Denver, invece, viene sconfitta 115-111 al primo tempo supplementare dai Rockets guidati da uno straordinario James Harden (41 punti per lui).

Continua la favola di Memphis che conquista la sesta vittoria consecutiva espugnando l'AT&T Center, palazzetto dei campioni in carica di San Antonio. A portare i Grizzlies al primo overtime ci pensa Marc Gasol (26 punti e top scorer della serata) con una tripla sulla sirena del quarto quarto. Tim Duncan (23 punti) con un buzzer-beater nel secondo overtime allunga ancora l'incontro ma per gli Spurs non va a segno nel terzo supplementare il tiro della disperazione da 3 di Manu Ginobili. Belinelli resta in campo 43 minuti con 15 punti, 4 rimbalzi e 2 assist. I Grizzlies detengono il secondo miglior record della Lega con 21 vittorie e 4 sconfitte dietro ai Warriors (21;3).

Terza sconfitta di fila per Denver che, sul parquet di casa del Pepsi Center, perdono 115-111 dopo un overtime. Grande protagonista della serata per i Rockets è il 'Barba' Harden che mette a segno 41 punti, 8 dei quali nel decisivo supplementare. La sua prestazione è impreziosita anche da 10 assist. Gallinari segna 16 punti in 26 minuti giocati. Ai Nuggets non bastano i 23 di Wilson Chandler e i 22 di Arron Afflalo. Houston conquista la 19esima vittoria stagionale a fronte di 5 ko. Tra le altre gare della notte spicca la sconfitta più pesante in stagione dei Cavaliers (127-98), per mano gli Hawks.

Alla Quicken Loans Arena di Cleveland LeBron James e Dion Waiters siglano 21 punti a testa ma Kevin Love, un po' in appanno, ne mette soltanto 13. Tra le fila di Atlanta ottima prova di Shelvin Mack, autore di 24 punti con un sorprendente 6 su 6 da tre punti. Per i Cavs arriva così la decima battuta d'arresto. Ancora out Gigi Datome, costretto a guardare dalla tribuna alla sconfitta dei suoi Pistons (117-106) per mano dei Mavericks: 32 punti di Chandler Parsons. Cade anche Miami, sconfitta 105-87 in casa dai Jazz nonostante i 42 punti di Dwyane Wade, unico assieme a Chalmers (11) a chiudere in doppia cifra l'incontro tra gli Heat. I Clippers vincono, infine, 102-100 contro i Pacers con 31 punti e 16 rimbalzi di Blake Griffin e la stroardinaria difesa di DeAndre Jordan (23 rimbalzi e 15 punti).

TAGS:
Nba
Gallinari
Spurs
San Antonio
Denver
Belinelli

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento