Rugby: Nuova Zelanda senza pietà, l'Italia sconfitta 68-10

Durissima lezione per il 15 di O'Shea che subisce 10 mete

foto Ipp

Nessun miracolo davanti ai 60mila dell'Olimpico. La nuova Italia di Conor O'Shea crolla sotto i colpi della Nuova Zelanda. Troppo forti gli All Blacks che dopo la sconfitta contro l'Irlanda riprendono la loro striscia vincente. Finisce 68-10 con gli azzurri che restano a contatto per pochi minuti, il calcio da tre punti di Canna illude, prima che la marea nera invada la metà campo del quindici di O'Shea che incassa una severa lezione.

Alla fine sono 10 le mete messe a segno dai campioni del mondo, dalla prima dopo soli 4 minuti di Fekitoa all'ultima realizzata da Naholo al 77'. Per l'Italia tanta fatica e un unico lampo al 67' quando Gori lancia sulla linea laterale destra Tommaso Boni bravo a involarsi fino all'area di meta avversaria. Troppo fallosi i ragazzi di Conor O'Shea che a fine partita commenta così la prova della squadra: "Sono fiero di questo gruppo, era una grande sfida per noi". Capitan Parisse riconosce la superiorità degli All Blacks e ammette: " Non siamo stati molto precisi, la sconfitta è pesante ma ci sono anche tante cose buone. Per noi è l'inizio di una strada lunga e i frutti arriveranno con il tempo". E all'orizzonte c'è già il Sudafrica, un altro duro banco di prova per l'Italrugby nel prossimo test match tra una settimana a Firenze.

TAGS:
All Blacks
Italia
Nuova Zelanda
O'Shea

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X