TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Nuoto: Hackett arrestato per violenza domestica

Il tre volte campione olimpico fermato dopo una lite a casa dei genitori

Grant Hackett (Ansa)

Grant Hackett è stato arrestato a Melbourne per violenza domestica. Il tre volte oroolimpico di nuoto (1500 metri e staffetta 4x200m). Il 36enne nuotatore è stato fermato dalla polizia della Gold Coast dopo una lite a casa dei genitori. Secondo il Gold Coast Bulletin sarebbe stato il padre di Hackett a chiamare le forze dell’ordine perché il figlio sbraitava con in mano un coltello. Dopo tre ore Hackett è stato rilasciato senza accuse.

Hackett, il grande rivale di Ian Thorpe, si era ritirato nel 2008 ed era poi tornato nel 2015, quando ai Mondiali conquistò il bronzo nella 4x200 sl. Era invece naufragato il suo tentativo di qualificarsi per le Olimpiadi di Rio 2016.

Fuori dalla vasca, il 36enne nuotatore ha avuto altri guai. Nel 2014 aveva avuto problemi di droga ed era entrato in un rehab negli Stati Uniti per disintossicarsi. Lo scorso aprile, invece, era stato fermato dalla polizia a Melbourne per aver aggredito il passeggero di un aereo che lo aveva infastidito reclinando il seggiolino.

La sua precaria stabilità emotiva lo ha portato all'ultimo episodio di violenza a casa dei genitori. "Questo non è Grant - ha detto il fratello dopo l'arresto - questa è un’altra persona, noi non la conosciamo. Il corpo è di mio fratello ma non è più lui".

TAGS:
Nuoto
Grant hackett
Arresto
Australia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X