Europei: dal sincro arrivano altri due bronzi

Grande gioia per la Cerruti e la squadra nel tecnico

Europei: dal sincro arrivano altri due bronzi

Una medaglia tira l’altra per l’Italia del nuoto sincronizzato che, dopo il bronzo vinto in mattinata da Linda Cerruti nella routine libera del tecnico, si ripete con un altro bronzo, vinto stavolta nella finale del programma tecnico a squadre. Splendida l’esibizione delle azzurre, che totalizzano 90.3553 e si arrendono solo alle solite Russia (94.6000) e all'Ucraina (90.7439). Quarta, a circa mezzo punto dall’Italia, chiude la Spagna.

CERRUTI - Ancora una medaglia per una delle atlete più belle e vincenti del panorama italiano. Linda Cerruti ha conquistato la medaglia di bronzo nella finale del solo tecnico portando a cinque le medaglie vinte dagli azzurri in questi Europei di nuoto in programma a Glasgow. La 24enne è stata l'unica ad avvicinarsi come punteggio alle top di questa specialità: la russa Svetlana Kolesnichenko che ha conquistato la medaglia d'oro e l'ucraina Yelyzaveta Yakhno che si è piazzata al secondo posto. Linda Cerruti è stata l'unica, con le due atlete che l'hanno preceduta, a superare quota 90,000 punti, battendo su tutte la concorrenza della spagnola Irene Jimeno Martinez che ha concluso al quinto posto dietro anche alla greca Evangelina Platanioti, che ha chiuso al quarto posto. Venendo ai punteggi complessivi, la Kolesnichenko ha concluso con 93,4816 (fatti di 28,3000 di esecuzione, 28,1000 di impressione e 37,0816 di elementi) mentre la Yakhno con 91,3517 (27,6000 di esecuzione, 27,5000 di impressione e 36,2517 di elementi). L'azzurra Linda Cerruti ha concluso con un complessivo 90,2282 (27,5000 di esecuzione, 27,2000 di impressione e 35,5282 di elementi). Arriva così la quinta medaglia azzurra per l'Italia in questi europei, la dodicesima personale agli Europei per la 24enne ligure Linda Cerruti.

LA SQUADRA - È una lunga attesa quella che tocca all’Italia prima dell’assalto al podio continentale. Le azzurre (Beatrice Callegari, Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Francesca Deidda, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Enrica Piccoli, con riserve Alessia Pezone e Federica Sala) sono infatti state inserite nella starting list in chiusura di programma in questa finale del programma tecnico a squadre, undicesimo team a scendere in vasca. Come al solito per il podio ci sarà da prestare attenzione soprattutto a Russia (grandissima favorita), Ucraina e Spagna. La gara parte invece con la Bielorussia, che ottiene un discreto 83.7633. Fa un po’ meglio la Francia, subito dopo (85.1023), mentre si scende di livello quando in acqua arriva l’Austria (77.2775). Il primo scossone alla finale, come da copione, lo dà l’Ucraina, che prenota il podio con 90.7439. Si esibisce per quinta, piazzandosi momentaneamente al secondo posto, la Grecia (85.9359), ma è un punteggio che non può di certo bastare per il podio finale. Decisamente meno importante la prova della Gran Bretagna (77.8708), che chiude la prima metà delle finaliste. Anche la Turchia, che si esibisce per settima, non può impensierire le migliori con il suo modesto 75.1178. Di tutt’altro livello, ovviamente, è la prova della Spagna, che resta piuttosto vicina al punteggio dell’Ucraina con 89.8716, secondo posto parziale, stavolta con ambizioni di podio. L’esibizione di Israele (81.1266) serve quasi a introdurre le dominatrici della specialità: la Russia infatti si produce nella solita esibizione ammazza-gara, volando al comando con 94.6000. Alla conclusione della finale manca ora solo l’Italia, che non tradisce le attese e, anzi, per poco non va a insidiare l’argento dell’Ucraina: il 90.3553 è infatti a meno di quattro decimi di punto dalle ex sovietiche. Poco importa, però: la Spagna è alle spalle e per l’Italia arriva l’ennesima medaglia, stavolta di bronzo, di questi Europei da favola.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X