Vuelta 2015, 15a tappa: Rodriguez si scatena ma Aru resiste

Lo spagnolo della Katusha stacca tutti sulla salita finale ma il sardo dell'Astana mantiene la maglia rossa per un solo secondo

Joaquim Rodriguez (Afp)

Joaquim Rodriguez attacca ma Fabio Aru (seppur di poco) resiste. Lo spagnolo della Katusha trionfa in solitaria nella 15a tappa della Vuelta di Spagna di 175 chilometri da Comillas a Sotres Cabrales ma il sardo dell'Astana (quinto al traguardo a 15”) mantiene la maglia rossa di leader della classifica per un solo secondo proprio su Rodriguez. Al secondo posto oggi si piazza il polacco Rafal Majka, terzo l'altro spagnolo Dani Moreno.

Come spesso accaduto in questa Vuelta, nei primi chilometri si stacca un gruppetto di fuggitivi: tra i 9 corridori all'attacco anche il francese Rolland della Europcar e l'olandese Tjallingii della Lotto Jumbo. Il plotone dei migliori, guidato dalla Movistar di Quintana, tiene però la fuga a distanza di sicurezza e imbocca la salita finale, l'Alto de Sotres di 12,7 chilometri all'8% di pendenza media, con solo 1'30" di ritardo. A metà ascesa in testa alla corsa resta il solo Zubeldia della Trek ma viene ripreso ai meno 2.

Da qui si scatena la bagarre tra i migliori: Rodriguez attacca nell’ultimo chilometro. Aru prova a resistere ma lo spagnolo è in grande forma e riesce a vincere la tappa precedendo sul traguardo Majka della Tinkoff-Saxo e il compagno in Katusha Dani Moreno. Quarto Quintana della Movistar mentre Aru chiude quinto a 15 secondi. Il sardo dell’Astana resta in maglia rossa ma il suo vantaggio su Purito Rodriguez ora è di appena un secondo. Terzo nella generale è Majka a 1'24", quarto Dumoulin a 1'25".

TAGS:
Ciclismo
Vuelta 2015
Aru
Rodriguez

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X