Tour, le scuse di Moscon: "Ma non l'ho colpito". Ora rischia lunga squalifica e licenziamento

Il corridore del Team Sky allontanato dal Tour per una manata. È recidivo, rischia grosso

Tour, le scuse di Moscon: "Ma non l'ho colpito". Ora rischia lunga squalifica e licenziamento

Le scuse, stavolta, potrebbero non bastare. Perché non è la prima volta che Gianni Moscon finisce nei guai per la sua condotta in gara. Domenica è stato espulso dal Tour de France: appena 800 metri dopo l'avvio si è voltato e ha provato a colpire Elie Gesbert, della Fortuneo-Samsic. Una manata (non un pugno) andata a vuoto, ma indirizzata verso la faccia del corridore e molto pericolosa. Un gesto che non poteva restare impunito. I giudici del Tour de France hanno analizzato il tutto con il VAR, e in base all'articolo del regolamento che riguarda le "vie di fatto tra i corridore, aggressione particolarmente grave" lo ha squalificato.

In serata Moscon ha presentato le proprie scuse, anche attraverso un messaggio postato sui social dal Team Sky: "Sono davvero dispiaciuto per quanto accaduto. Quello che è successo è sbagliato, è un esempio negativo per il quale mi scuso con tutti. Non ci sono scuse per quanto ho fatto". Poi, come riportato dalla Gazzetta, ha spiegato: "Non volevo colpirlo e non l'ho colpito".

Il fatto è che Moscon è recidivo. Non è il primo procedimento disciplinare nei suoi confronti. Nel 2017 al Giro di Romandia era stato autore di insulti razzisti nei confronti del francese Kevin Reza della FDJ. Dopo un'inchiesta interna, il Team Sky lo aveva sospeso per sei mesi, spiegando: "Ogni recidiva comporterà la risoluzione del contratto". Ed è qui che Moscon trema, anche se i casi specifici sono differenti.

Il fatto è che in ballo c'è un altro precedente, per il quale in realtà è stato scagionato per insufficienza di prove, ma che la federazione internazionale potrebbe tenere in considerazione. Durate la Tre Valli Varesine del 3 ottobre 2017 Sebastian Reichenbach aveva accusato Moscon di averlo fatto cadere, per vendetta riguardo alla questione insulti a Reza. Infine un'altra sanzione in gara Moscon l'ha patita duranti gli ultimi Mondiali, squalificato per essersi attaccato ad un'ammiraglia cercando di rientrare in gruppo.

Cosa rischia Moscon? Una lunga squalifica, fino a sei mesi. Poi il Team Sky a fine Tour deciderà come comportarsi. Aleggia anche il possibile licenziamento. Di sicuro non un bello spot per uno dei giovani ciclisti italiani più forti.

MOSCON, IL VIDEO DI SCUSE

TAGS:
MOSCON
CICLISMO
TOUR DE FRANCE

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X