Tour de France, Aru: "Non firmo per il podio, vi farò emozionare"

Il ciclista sardo è l'unico italiano da classifica: "Me la gioco, darò tutto"

Tour de France, Aru: "Non firmo per il podio, vi farò emozionare"

Il Tour de France 2017, all'edizione numero 104, è pronto a partire. Fresco campione d'Italia, Fabio Aru è l'unico ciclista tricolore da classifica dopo il tredicesimo posto del 2016: "Non faccio previsioni, ma penso sempre a dare il massimo". Per Aru sarà la prima corsa a tappe della stagione: "Tifate per me, cercherò di farvi emozionare. Non so dove posso arrivare, ma sicuramente me la giocherà al massimo. Non firmerei per il podio finale".

"Previsioni non ne faccio, perchè mi trovo in una situazione nuova. Io penso sempre a ottenere il meglio dalle mie prestazioni e ad arrivare più in alto possibile in classifica. Non so questa volta dove posso arrivare, perché sono alla prima lunga corsa a tappe della stagione, ma sicuramente me la giocherò. E, in questo momento, non saprei se firmare per un podio senza vittorie".

Il Tour de France scatterà il 1 luglio dalla Germania con la cronometro di Dusseldorf, terreno in cui Aru dovrà da subito difendersi. Il favorito resta Chris Froome: "Non si può sottovalutare Froome solo perché non ha ancora vinto - spiega il corridore dell'Astana - come sempre sarà molto competitivo, anche se il pronostico resta aperto: lui, Quintana, Contador e Chaves, a mio avviso, si giocheranno la vittoria. Sicuramente ci sarà da divertirsi fino alla fine".

TAGS:
Ciclismo
Altri sport
Tour de france
Aru

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X