Tour de France 2017, sedicesima tappa: Matthews trionfa al fotofinish

Il velocista della Sunweb si impone davanti a Boasson Hagen e Degenkolb e riapre il discorso maglia verde

Tour de France 2017, sedicesima tappa: Matthews trionfa al fotofinish

Michael Matthews si aggiudica la sedicesima tappa del Tour de France 2017, la prima dopo il secondo giorno di riposo. Il corridore della Sunweb si impone in un finale in volata davanti a Boasson Hagen e Degenkolb sul traguardo di Romans-sur-Isere. La maglia gialla resta sulle spalle di Chris Froome alla vigilia del temibile Galibier. Con questa vittoria, l'australiano riapre il discorso per la maglia verde, portandosi a -29 da Kittel.

Dopo il secondo giorno di riposo, il Tour de France 2017 entra nella settimana finale: quella decisiva per l'assegnazione dell'ambitissima maglia gialla. La sedicesima, che da Le Puy-en-Velay porta a Romans-sur-Isere (164 km), è una tappa di transizione, alla vigilia del temibile Galibier. Si tratta di una frazione adatta alle ruote veloci e fin dalle prime battute non mancano attacchi e contro attacchi. Tra i primi a provarci c'è anche Alessandro De Marchi ma i primi cinque a tentare l'allungo sono Sylvain Chavanel (Direct Energie), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Thomas Degand (Wanty Gobert), Nicolas Edet (Cofidis) e Daryl Impegy (Orica Scott). Il gruppo maglia gialla controlla senza affanno l'andatura e riprende i fuggitivi quando mancano 118 km al traguardo.

Tra gli uomini di testa manca, però, Marcel Kittel che resta attardato sulla salita della Cote de Boussoulet a causa del ritmo imposto dalla Sunweb di Matthews nel tentativo di mettere in difficoltà lo sprinter tedesco. La Sunweb continua a spingere in testa al gruppo della maglia gialla per consentire a Matthews di ridurre le distanze nella classifica della maglia verde dal rivale e il piano della squadra tedesca paga i propri dividendi. Il gruppo di Kittel, infatti, anche a causa del forte vento che condiziona la gara, non riesce a colmare il gap con la testa della corsa e la maglia verde del Tour sprofonda addirittura ad oltre 9 minuti di ritardo.

Fabio Aru, nonostante l'ottimo lavoro del Team Sky, riesce a restare sempre insieme a Froome, Bardet e Rigoberto Uran e la gara, come previsto, si decide in volata. Il primo a provarci è Daniele Bennati che, a 2 km dal traguardo di Romans-sur-Isere, cerca di allungare in solitaria. Il ciclista della Movistar viene però ripreso a 500 metri dal traguardo con Michael Matthews che taglia per primo il traguardo in un finale al fotofinish davanti a Boasson Hagen e Degenkolb. Furioso il tedesco per una presunta irregolarità nello sprint: dopo l'arrivo ha messo una mano al collo di Matthews, insultandolo in inglese.

Secondo successo per l'australiano in questo Tour de France che recupera 50 punti in classifica maglia verde a Marcel Kittel, portandosi a -29 dal tedesco. Per quanto riguarda la maglia gialla, invece, Chris Froome resta in testa alla classifica con 18 secondi su Fabio Aru e 23 su Romain Bardet.

TAGS:
Tour de France
Froome
Aru

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X