Papà Cretti: "Claudia non è più in pericolo di vita"

Migliorano le condizioni della ciclista bergamasca, caduta durante il Giro d'Italia

Papà Cretti: "Claudia non è più in pericolo di vita"

"Siamo usciti 2 ore fa da Claudia e siamo tutti più sollevati per i primi segnali posiviti. Claudia non è più in pericolo di vita. Grazie a tutti per il sostegno e le centinaia di messaggi arrivati per Claudia e per la nostra famiglia". Con queste parole Giuseppe Cretti, il padre della ciclista caduta durante il Giro d'Italia, ha voluto fare il punto sulle condizioni della figlia, finalmente sollevato, sui social.

Claudia Cretti era caduta giovedì scorso durante la settima tappa del Giro d’Italia femminile. Mentre andava a una velocità di 80-90 km orari, aveva picchiato la testa sull’asfalto nel tratto che da Isernia porta a Baronissi (in provincia di Salerno).

I medici erano intervenuti subito con una doppia operazione per ridurre il trauma cranico. La situazione sembrava così complicata che il primo bollettino medico parlava di “trauma cranico grave con contusioni ed ematomi multipli” che si stavano diffondendo rapidamente, inoltre l’impatto con l’asfalto le aveva procurato due fratture: una al bacino e una alla spalla.

Oggi, però, l’Italia può tirare un sospiro di sollievo: Claudia non è più in pericolo di vita.

Intanto ieri, sempre sui social, aveva parlato anche la madre: "Stamattina ci sono state due situazioni importanti per me. La prima è ormai quotidiana. Il colloquio coi medici. Il dottor DeCillis, primario di Neurorianimazione, è stato il primo ad accoglierci giovedì notte, a prendersi cura non solo di Claudia, ma anche di noi, storditi, terrorizzati, appesi ad ogni parola, che lui ha dosato con una professionalità ma una dolcezza che ci ha tranquillizzato. Ma sui medici devo scrivere a parte. Perché ho troppe cose da dire. Stamattina dicevo, ci è stato comunicato chiaramente, con dettagli tecnici che non sto a dire, che Claudia sta meglio e che si pensa ad un risveglio settimana prossima. Qui mi scattano altre paure che mi tengo li, e comunque gioisco di poter parlare di risveglio".

TAGS:
Cretti
Ciclismo
Social

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X