L'inferno di Ullrich dopo l'arresto: "Alcol e droghe, ora mi curo"

L'ex ciclista tedesco fermato nei giorni scorsi a Maiorca

L'inferno di Ullrich dopo l'arresto: "Alcol e droghe, ora mi curo"

"Ho fatto e preso cose di cui mi pento". In un'intervista rilasciata alla 'Bild' Jan Ullrich, vincitore del Tour de France 1997, si racconta a 360°, a cominciare dall'arresto dei giorni scorsi a Maiorca per violazione di domicilio e minacce all'attore e regista Til Schweiger.

"Ho chiamato a casa, e siccome nessuno mi ha aperto ho deciso di entrare - spiega l'ex ciclista tedesco - È stato un amico di Til a perdere il controllo. Ha provato a colpirmi con un calcio che sono riuscito a schivare. Poi è arrivata la polizia". Il trionfatore della Vuelta del 1999 ha spiegato che "la separazione da Sara e la lontananza dei miei figli, che non vedo da Natale, mi hanno portato a fare e prendere cose di cui mi pento - ha aggiunto - Ora sono in cura per l'amore che provo nei loro confronti".

TAGS:
Ullrich
Ciclismo

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X