Giro d'Italia Handbike 2018, svelata la nona edizione

Presentata la Corsa leader a livello europeo. Sette tappe, si parte il 14 aprile da Abano Terme: "Se le gambe non vanno, pedalano le braccia..."

di CESARE ZANOTTO

Si alza il sipario sul Giro d'Italia Handbike 2018, presentato ieri a Milano durante la serata di gala al Novotel di Linate. Una manifestazione itinerante unica al mondo nel suo genere. Una corsa leader a livello europeo, giunta quest'anno alla sua nona edizione. Si parte il 14 aprile da Abano Terme e si chiude il 14 ottobre a Torino. Sette tappe in tutto e milioni di emozioni garantite. "Se le gambe non funzionano, allora si usano le braccia - sottolinea a Sportmediaset.it Daniele Cassioli, 22 volte campione del mondo di sci nautico paralimpico e presentatore della serata con Fabio Pennella, presidente del Comitato organizzatore -. E' un messaggio che vale per tutti noi, sempre e comunque. Se qualcosa non va, se qualcosa ci penalizza, c'è sempre una via d'uscita. C'è sempre una luce che può essere la nostra salvezza. E questi ragazzi ne sono la dimostrazione".

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Ufficio Stampa

Foto 2

Ufficio Stampa

Foto 3

Ufficio Stampa

Foto 4

Ufficio Stampa

Foto 5

Ufficio Stampa

Foto 6

Ufficio Stampa

Foto 7

Ufficio Stampa

Foto 8

Ufficio Stampa

Foto 9

Ufficio Stampa

Foto 10

Ufficio Stampa

Foto 11

Ufficio Stampa

Foto 12

Numerosi i campioni paralimpici presenti alla serata: Federico Morlacchi (medaglia d'oro alle paralimpiadi di Rio nei 200 misti), Vittorio Podestà (due ori a Rio nella cronometro e nella staffetta handbike), la "Coppia dei sogni" Emanuele Di Marino (bronzo nei 400 metri ai Mondiali paralimpici) e Arjola Dedaj (medaglia d'oro nel salto in lungo ai Mondiali paralimpici). E con uno speciale video-messaggio ha voluto esserci anche la straordinaria Francesca Porcellato (12 medaglie conquistate in 10 partecipazioni ai Giochi paralimpici), premiata come migliore atleta paralimpica 2017 con il Diamond of fame.

"Il Giro d'Italia Handbike è una grande famiglia - racconta a Sportmediaset.it il presidente Fabio Pennella -. Quante volte ci sentiamo tristi o depressi? Poi guardi le imprese di questi atleti e capisci che non c'è confronto. Capisci quale sia la strada da percorrere. Il Giro handbike è difficile da raccontare, ma è facile vederlo e bisogna vederlo. E' un'emozione, che lascia qualcosa di importante".

Presentate le nuove e ambite maglie del Giro, opera di Andrea Villani e degli sponsor: maglia rosa Teleflex, maglia nera PMP, maglia bianca Startuptree. Durante la serata - alla quale ha partecipato anche Ivana Spagna, testimonial dell'evento - sono inoltre andati in scena tre intensi spettacoli offerti dalla prestigiosa Salsamix dancers Academy, mentre Vera Atyushkina - ex velina di Striscia la Notizia e madrina del Giro per due anni - era presente con il suo calendario Hollywoodland2018, dove interpreta le dive del cinema Anni 30 e 40: parte del ricavato è stato devoluto all'Associazione del Giro.

Una manifestazione che riempie di gioia e orgoglio il presidente del Cip (Comitato italiano paralimpico) Luca Pancalli, che ha voluto salutare il Giro d'Italia Handbike con una lettera: "Sport tra i più duri, splendido simbolo di cosa voglia dire riappropriarsi della propria vita attraverso la pratica agonistica, esempio di cosa significhi mettere cuore e impegno per il raggiungimento di un obiettivo e di quanto lo sport possa travalicare l'ambito di gara per trasformarsi in strumento per affrontare gli ostacoli quotidiani".

LE SETTE TAPPE
1) Abano Terme-Montegrotto: 14 aprile
2) Cassino: 17 giugno
3) Prato: 14 luglio
4) Roccaraso: 22 luglio
5) Castagneto Carducci: 23 settembre
6) Chiavari (crono): 6 ottobre
7) Torino: 14 ottobre

TAGS:
Sport paralimpico
Giro d'italia handbike
Pancalli
Cassioli
Morlacchi
Porcellato

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X