SportMediaset

Doping di Stato, la Iaaf nega i mondiali agli atleti russi

La federazione internazionale di atletica leggera conferma la sospensione della Rusaf

Doping di Stato, la Iaaf nega i mondiali agli atleti russi

La Federazione russa di atletica leggera (Rusaf) resta sospesa e non potrà prendere parte ai campionati mondiali che si terranno i prossimo agosto a Londra. Lo ha annunciato la Iaaf, dopo una riunione del consiglio a Montecarlo, specificando che gli atleti russi in grado di fornire prove di test antidoping fatti negli ultimi mesi potrebbero gareggiare ai mondiali e nei campionati internazionali sotto i colori di una bandiera neutrale.

Secondo la Iaaf, 33 atleti russi avrebbero fatto già richiesta di partecipazione ai campionati indoor di atletica leggera che si svolgeranno a marzo a Belgrado.

La Rusaf è sospesa dal 13 novembre 2015 in seguito alle accuse di aver allestito un sistema di doping di Stato denunciate dalla Wada, l'agenzia mondiale antidoping, e confermate qualche mese dopo dal rapporto McLaren. Il presidente della Iaaf Sebastian Coe ha annunciato che la federazione russa non potrà essere reintegrata prima del novembre 2017.

TAGS:
Atletica
Doping
Iaaf
Russia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X