Un Mondiale azzurro stinto

Del 41enne Pertile la migliore prestazione. A Shanghai un fallimento imbarazzante

di LUCA BUDEL

Un Mondiale azzurro stinto

41 anni. E’ l’età di Ruggero Pertile, quarto nella maratona. E’ il vecchio che avanza nel panorama dell’atletica leggera italiana che ai mondiali di Pechino sta mettendo in mostra prestazioni imbarazzanti. A parte il citato Pertile, si segnala l’ottavo di Daniele Meucci, sempre nella maratona. Per il resto una raffica di eliminazioni al primo turno, osservando il resto del mondo far festa sul podio. Insomma i risultati della gestione Giomi non si discostano molto da quelli ottenuti a suo tempo durante la permanenza di Franco Arese al vertice della Federazione, un presidente massacrato dalla critica. Certo, nel settore giovanile qualcosa si sta muovendo sotto la guida di Stefano Baldini, ma la storia di questo sport è ricca di talenti dispersi per errori di gestione e di programmazione. Ora le speranze di medaglie sono aggrappate allo stato di grazia di Tamberi e Fassinotti nel salto in alto e nel mulinare delle gambe di Eleonora Anna Giorgi nella 20 chilometri di marcia. Per il resto siamo alle prese con comparse che hanno colorato d’azzurro stinto le mattinate dello stadio di Shanghai, perché alle serate delle finali non è arrivato nessuno . E impietoso arriva il confronto con i recenti mondiali di nuoto, con gli azzurri capaci di arrivare a medaglia in tutte le discipline e ragazzi che offrono già solide garanzie in vista dei giochi di Rio del prossimo anno.

TAGS:
Atletica
Mondiali
Opinione
Budel

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X