Ufc, rissa post match: Khabib e McGregor rischiano la squalifica a vita

Il 24 ottobre si deciderà se la sospensione sarà a tempo indeterminato. E il russo minaccia: "Se cacciate Tukhugov, me ne vado anch'io"

Ufc, rissa post match: Khabib e McGregor rischiano la squalifica a vita

Quello che è successo alla T-Mobile Arena di Las Vegas subito dopo il match tra Khabib Nurmagomedov e Conor McGregor dello scorso 6 ottobre rischia di generare pesanti ripercussioni. Il russo ha vinto al quarto round per sottomissione sull'irlandese, ma a causa della rissa che si è scatenata appena è stato dichiarato vincitore e confermato campione dei pesi leggeri Ufc non gli è ancora stata consegnata la cintura. Non è finita qui, perché la Commissione sportiva del Nevada ha sospeso sia lui che McGregor a partire da lunedì 15 fino almeno al 24, quando ci sarà un'udienza in cui si deciderà se la sospensione sarà a tempo indeterminato, mentre le autorità stanno analizzando i filmati per capire cosa è successo di preciso.

Allo stesso tempo verrà esaminata la posizione di Zubaira Tukhugov, che ha partecipato alla rissa nell'ottagono e ha colpito McGregor a incontro finito. Non si è fatta attendere la reazione di Khabib per difendere l'amico e lottatore: "Se decidono di cacciarlo, sappiano che perderanno anche me", ha annunciato sui social. Poi ha tenuto a specificare un aspetto particolare della questione: "Non abbandoniamo mai i nostri fratelli in Russia e io andrò fino in fondo. Se decidete di cacciarlo, non dimenticate di inviarmi il mio contratto stracciato, altrimenti lo straccerò io stesso. Avete cancellato l'incontro di Tukhugov e lo volete licenziare per aver picchiato McGregor. Ma non dimenticate che è stato l'irlandese che ha colpito per primo mio fratello, guardate il video!".

Infatti circola da diversi giorni il video dell'esatto momento in cui inizia la rissa: è l'irlandese a scagliare un gancio sinistro a un membro dell'angolo di Khabib (suo fratello Abubakar) in cima alla recinzione della gabbia, subito dopo che The Russian Bear aveva scavalcato la stessa dirigendosi verso Dillon Davis, compagno di team dell'irlandese, che lo aveva insultato. E solo qualche secondo più tardi Tukhugov è saltato dentro il ring e ha colpito alle spalle McGregor.

IL POST DI KHABIB

Ecco il messaggio completo di Khabib Nurmagomedov in cui ha taggato l'Ufc, lamentando l'intenzione di punire solo il suo team. E ha concluso accusando la federazione di trattenere i suoi soldi: "Spero che non vi rimangano bloccati in gola. Noi abbiamo difeso il nostro onore e questa è la cosa più importante".

Visualizza questo post su Instagram

I would like to address @ufc Why didn't you fire anyone when their team attacked the bus and injured a couple of people? They could have killed someone there, why no one says anything about insulting my homeland, religion, nation, family? Why do you have to punish my team, when both teams fought. If you say that I started it, then I do not agree, I finished what he had started. In any case, punish me, @zubairatukhugov has nothing to do with that. If you think that I’ll keep silent then you are mistaken. You canceled Zubaira’s fight and you want to dismiss him just because he hit Conor. But don’t forget that it was Conor who had hit my another Brother FIRST, just check the video. if you decide to fire him, you should know that you’ll lose me too. We never give up on our brothers in Russia and I will go to the end for my Brother. If you still decide to fire him, don’t forget to send me my broken contract, otherwise I'll break it myself. And one more thing, you can keep my money that you are withholding. You are pretty busy with that, I hope it won’t get stuck in your throat. We have defended our honor and this is the most important thing. We intend to go to the end. #Brothers

Un post condiviso da Khabib Nurmagomedov (@khabib_nurmagomedov) in data:

TAGS:
Ufc
Mcgregor
Khabib
Rissa
Tukhugov
Sospensione
Espulsione

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X