Olimpiadi 2024, ufficiale: Roma tra le candidate

Il Cio rende note le 5 città che sperano di ospitare i Giochi: la Capitale italiana se la vedrà con Amburgo, Budapest, Parigi e Los Angeles

Olimpiadi 2024, ufficiale: Roma tra le candidate

Sarà battaglia a cinque. Il Comitato Olimpico Internazionale (Cio) ha ufficializzato i nomi delle cinque città candidate ad ospitare i Giochi del 2024: in lizza ci sono Amburgo, Budapest, Los Angeles, Parigi e la nostra Roma. Le cinque aspiranti hanno presentato entro la mezzanotte di martedì e nella maniera corretta la documentazione necessaria alla candidatura, l'annuncio è arrivato direttamente dalla riunione di Losanna.

Dopo le rinunce di Boston, Toronto, Baku e dell'indiana Ahmedabad, non ci sono state ulteriori sorprese sul cammino verso l'elezione della città che ospiterà le Olimpiadi 2024. "Questa competizione è sulla qualità e non sulla quantità: non mi aspettavo altre candidature - le parole del presidente del Comitato Thomas Bach -. Vedremo cinque città qualificate e per questo la sfida sarà molto dura e affascinante".

Intenzione del Cio sembra essere quella di rilanciare l'immagine delle Olimpiadi come opportunità unica di rilancio economico, visto che per le ultime edizioni (soprattutto per quanto riguarda le Olimpiadi invernali) sono state molte le rinunce per la paura degli enormi costi. Per conoscere il nome della città scelta c'è ancora molto tempo: il Comitato Olimpico, infatti, deciderà solo nel settembre 2017, nel corso del congresso di Lima.

TAGS:
Olimpiadi
Roma 2024
Los Angeles
Parigi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X