Giocatore badminton di 28 anni muore durante un torneo

Luca Celeste non aveva mai avuto problemi cardiaci

Foto IPP

Ha perso la vita per un infarto mentre stava disputando un torneo regionale promosso dalla federazione a Cercola, nel Napoletano. Luca Celeste, 28enne giocatore di badminton, si è accasciato al suolo e per lui non c'è stato più nulla da fare. Inutili i soccorsi, Celeste è morto durante la corsa in ospedale. Luca non aveva mai manifestato problemi di cuore in precedenza e tutti i controlli effettuati erano regolari.

Celeste, originario di Nola (Napoli) e classificato serie C, era impegnato in un incontro della manifestazione in corso al Palasirio di Cercola. Immediati i soccorsi e il trasferimento all'ospedale Villa Betania di Ponticelli dove però è arrivato già privo di vita intorno alle 14. L'atleta era tesserato per il Badminton Club Irpinia e vantava una buona carriera a livello regionale. "E' la prima volta che succede una cosa del genere nel nostro sport - afferma il presidente del comitato campano badminton Antonio Imperato -. Sono presidente da venticinque anni e non mi ricordo niente di simile. Per me è come se fosse morto un figlio, un ragazzo che conoscevo bene, sempre col sorriso sulle labbra, solare anche quando perdeva. Quando l'ho saputo mi si è spezzato il cuore, non volevo crederci". Celeste non aveva mai manifestato problemi di cuore in precedenza e - assicurano dal comitato campano - aveva tutti gli attestati di idoneità in regola per fare attività agonistica.

TAGS:
Badminton
Luca celeste
Infarto

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X