Doping, tra i file hackerati anche documenti di Mo Farah e Rafael Nadal

Fra i documenti sottratti dal gruppo di pirati informatici russi ci sono anche i certificati di esenzione dei due atleti

Nadal (Lapresse)

Anche Rafael Nadal e l'olimpionico dei 5000 e 10000 Mo Farah hanno ottenuto certificati medici di esenzione (i Tue) per assumere farmaci vietati dall'antidoping. Secondo quando riporta il Guardian online, i nomi dei due atleti compaiono nei documenti sottratti dal server della Wada e fatti trapelare dal gruppo di hacker "Fancy Bears".

Indiscrezioni sulla presenza di Mo Farah nei file hackerati dai pirati informatici circolavano già da alcuni giorni in Gran Bretagna e non solo. I nomi del tennista maiorchino e del mezzofondista di Sua Maestà nato in Somalia si aggiungono ad altri di primissimo piano già resi noti nell'ultima settimana. Si tratta dei ciclisti Bradley Wiggins e Chris Froome, delle tenniste Petra Kvitova e Venus e Serena Williams, fino alla ginnasta statunitense Simone Biles, vincitrice di quattro ori alle Olimpiadi di Rio.

TAGS:
Doping
Wada
Hacker
Mo farah
Rafael nadal

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X