MXGP: Febvre è l'erede di Cairoli

Ad Assen il francese si è laureato campione del mondo

di ALBERTO PORTA

MXGP: Febvre è l'erede di Cairoli

Il tempio della velocità consacra il nuovo campione del motocross. Sul sabbione steso sul mitico asfalto di Assen danza leggero Romain Febvre, che dopo 6 anni di regno incontrastato di Tony Cairoli fa suo il titolo MXGP con due gare d'anticipo. Al 24enne francese della Yamaha bastava stare davanti al connazionale Gautier Paulin, ma RoRo ha fatto di più, complice anche la giornata arrendevole del rivale. Ciliegina sulla torta, la vittoria nella seconda manche, anche se la certezza del mondiale Febvre l'ha avuto solo vedendo l'esplosione di gioia della fidanzata e degli uomini del team guidato da Michele Rinaldi.

Il gran premio d'Olanda se l'è preso Shaun Simpson, lo scozzese volante che ha messo la freccia per sorpassare in classifica Cairoli, presente ad Assen da spettatore, scivolato in quinta posizione. La situazione si è ribaltata invece nella MX2. Della giornata storta del capoclassifica Paul Jonass, caduto alla partenza della seconda manche e costretto a correre senza freno anteriore, ha approfittato lo sloveno Tim Gajser, che dal meno 4 in classifica della vigilia è passato a più 13 vincendo la prima manche e conquistando il successo assoluto con la seconda piazza nella manche conclusiva. Tutto è comunque ancora da decidere, perché nella rimanenti gare in Messico e Stati Uniti, 13 e 20 settembre, saranno in palio ancora 100 punti.

TAGS:
Cairoli
Motocross
Febvre

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X