Motocross: Cairoli lotta, ma Gajser sbanca Mantova

Lo sloveno vince entrambe le manche della MXGP: la seconda dopo un grande duello con il siciliano, che però manca il podio assoluto

L'aria e il gran tifo di casa (27mila spettatori dichiarati nel weekend) non sono riusciti a dare una mano ad Antonio Cairoli, che nel GP di Lombardia del Mondiale motocross ha mancato l'appuntamento con il podio, piazzandosi quarto. A Mantova il siciliano della Ktm ha faticato nella prima manche, chiusa al sesto posto dopo una brutta partenza. Tony, ancora afflitto dal problema al polso infortunato in Gran Bretagna, ha lottato come un leone in gara-2 e, dopo un lungo e spettacolare duello con Tim Gajser, nel finale ha dovuto cedere la vittoria parziale allo sloveno, sempre più leader della MXGP, chiudendo terzo. Il pilota della Honda ha fatto doppietta sulla sabbia italiana, precedendo Gautier Paulin (Honda) e Clement Desalle (Kawasaki), e in classifica ha portato a 92 i punti di vantaggio proprio su Cairoili, diventato secondo dopo il forfait di Febvre.

"Purtroppo la partenza di gara uno è andata male, all’uscita dal cancello sono stato chiuso da due piloti ed alla prima curva ero ultimo. Sono riuscito a fare una buona rimonta ed a passare 27 piloti nel primo giro ma mi è costata molte energie, sopratutto a causa delle temperature altissime. Sono riuscito a terminare sesto ma ero molto stanco, anche perché non mi sono potuto alleare in settimana per via del mio infortunio. La seconda manche è stata molto buona, con una buona partenza e dei bei sorpassi con Tim che in questo momento è al top della condizione. Penso che sarebbe stato possibile vincere gara due ma sono saltato lungo su un panettone e mi sono slogato il polso di nuovo. A causa del dolore ho dovuto rallentare per un paio di giri e lui ha trovato il modo per passare. Nell’ultimo giro ho fatto un piccolo errore che mi è costato la seconda posizione ma sono contento comunque perché ho fatto la scelta giusta di correre senza prendere medicinali e antidolorifici, che con queste temperature rischiavano di compromettere la mia condizione fisica", ha detto Cairoli.

Tutto facile, ancora una volta in MX2 per Jeffrey Herlings. L'olandese, sempre più leader del Mondiale e prossimo al passaggio nella classe regina nel 2017, ha regalato l'ennesima doppietta alla Ktm, precedendo nella classifica del GP il connazionale Brian Bogers (Ktm) e il francese Dylan Ferrandis (Kawasaki). Tra gli italiani si salva Michele Cervellin (Honda), undicesimo e dodicesimo nelle due manche.

ANCHE CHAZ DAVIES A MANTOVA

TAGS:
Motocross
Mantova
Cairoli
Ktm
MXGP
Gajser