Motocross: a Kegums Cairoli lotta, ma Febvre vola a +41

Due quarti posti per il siciliano non bastano contro il francese. Il GP va a Coldenhoff

di ALBERTO GASPARRI

Nemmeno due gare coraggiose e un Romain Febvre frenato da una caduta hanno permesso ad Antonio Cairoli di accorciare sul francese nella classifica del Mondiale motocross. A Kegums, sede della dodicesima tappa del campionato MXGP, il siciliano della Ktm ha raccolto due preziosi quarti posti, ma alla fine ha visto il rivale aumentare di due punti il suo vantaggio, portandosi a +41. Il GP è stato vinto a sorpresa dall'olandese Glenn Coldenhoff, primo e secondo nelle due manche. Sul podio con lui Gautier Paulin (Honda) e proprio Febvre, mentre Cairoli ha chiuso quinto assoluto alle spalle anche di Kevin Strijbos (Suzuki).

La buona notizia per Cairoli è arrivata alla prima curva di gara 1, perché mentre lui è scattato in terza posizione, Febvre è finito a terra, coinvolto in una caduta con Searle, Rattray e Philippaerts, e ha faticato a riavviare la sua YZ450F. Davanti a tutti le Suzuki di Coldenhoff e Strijbos, che si sono giocate la vittoria, andata al giovane olandese: per lui primo successo in MXGP. Dal canto suo Tony non è riuscito a difendere il podio, subendo l'attacco di Paulin, ma chiudendo comunque con un quarto posto che porta punti pesanti nella corsa al titolo. Anche perché Febvre, pur autore di una spettacolare rimonta, non è riuscito a fare meglio dell'8° posto, preceduto anche dal compagno di team Jeremy van Horebeek, dal sostituto di Villopoto, Steven Frossard, e dallo spagnolo José Butron (Ktm). Alla fine 5 punti guadagnati (18 contro 13) da Cairoli. Assente Alessandro Lupino per una caduta in prova, gli altri italiani hanno vissuto una prima manche negativa: David Philippaerts (Yamaha) è risalito al 17° posto dalla caduta in partenza, mentre il rientrante Davide Guarneri (TM) è stato costretto al ritiro per un problema alla ruota posteriore. Gara 2 ha avuto ben poca storia, perché Febvre ha preso subito la testa e si è involato. Ancora una volta Cairoli ha lottato per il podio di frazione, ma dopo aver superato Evgeny Bobryshev (Honda) e aver messo nel mirino Coldenhoff, non ha potuto resistere alla rimonta di Paulin, chiudendo ancora una volta quarto, preceduto dall'olandese, che ha festeggiato così il suo primo GP vinto nella classe regina, e dal francese. Poca gloria per Guarneri e Philippaerts, rispettivamente 15° e 16°.

Costretto al forfait il capoclassifica Herlings, messo ko dall'infortunio al mignolo rimediato a Uddevalla, in MX2 Max Anstie (Kawasaki) ha firmato una perentoria doppietta, precedendo nella classifica del GP l'idolo di casa Pauls Jonass (Ktm), due volte secondo, e il finlandese Harri Kullas (Husqvarna), quinto e terzo. Pochi punti per Ivo Monticelli (Ktm), 16° e 18°, e Samuele Bernardini (TM) ritirato e 15°. In classifica generale Herlings resta al comando, ma adesso ha soli 46 punti di vantaggio su Tim Gajser (Honda), protagonista di una domenica non troppo brillante, che gli è fruttata un settimo e un quarto posto.

TAGS:
Motocross
GP Lettonia
Kegums
Cairoli
Febvre
Ktm
MXGP

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X