Motocross, Italia solo sesta al Nazioni

Una caduta di Cairoli compromette la gara degli Azzurri: titolo alla Francia

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Sono sfumati già nella pirma manche i sogni di gloria dell'Italia al 68° Motocross delle Nazioni a Kegums, in Lettonia. Quando Antonio Cairoli, in lotta per il podio assoluto della gara MXGP-MX2, è caduto pesantemente, battendo il ginocchio destro, si è capito che sarebbe stato impossibile difendere il podio dello scorso anno. Alla fine la squadra azzurra ha chiuso sesta in classifica generale, con il siciliano, al via sulla piccola Ktm 250, che dopo il ritiro ha raccolto solo un 19° posto nella manche Open-MX2, caratterizzata da una partenza in fondo al gruppo e dal dolore all'articolazione.

IngrandisciDisattiva slideshow
Foto 1

Ufficio Stampa

Foto 2

Foto 3

Foto 4

Ufficio Stampa

Foto 5

Foto 6

Foto 7

Foto 8

Ufficio Stampa

Foto 9

Foto 10

Foto 11

Foto 12

Foto 13

Foto 14

Foto 15

Foto 16

Foto 17

Foto 18

Foto 19

Foto 20

Foto 21

Foto 22

Foto 23

Ufficio Stampa

Foto 24

Foto 25

Foto 26

Foto 27

Foto 28

Foto 29

Foto 30

Foto 31

Foto 32

Foto 33

Foto 34

Foto 35

Foto 36

Foto 37

Foto 38

Foto 39

Foto 40

Foto 41

Foto 42

Foto 43

Foto 44

Foto 45

Foto 46

Foto 47

Foto 48

Ufficio Stampa

    Davide Guarneri (TM) e David Philippaerts (Yamaha) hanno fatto il possibile, ma hanno raccolto rispettivamente un 10° e un 14° posto e un 12° e un 18° posto (dopo una caduta). Di fronte ai 63mila spettatori del weekend, la vittoria è andata alla Francia di Gautier Paulin, Steven Frossard e Dylan Ferrandis. Sul podio anche il Belgio e gli Stati Uniti. "E’ stata una gara sfortunata, purtroppo ero “condannato” a vincere ed ho provato di tutto per farlo - ha raccontato Cairoli -. In qualifica le cose erano andate piuttosto bene e mi stavo divertendo alla guida della 250. Purtroppo in gara-1 ho commesso un piccolo errore che mi ha messo fuori dai giochi; per fortuna, comunque, non mi sono fatto troppo male, perché poteva andare molto peggio. Quando i medici mi hanno dato il via libera per prendere il via, in seconda manche, sono andato al cancello determinato a partire in testa ed ho anticipato la partenza, finendo così per curvare ultimo. Dopo un po’ di giri difficili, per abituarmi a guidare col ginocchio dolorante, ho trovato un buon ritmo ed ho continuato a spingere fino alla fine. Sono comunque contento di averci provato, perché era la cosa giusta da fare".  "E’ stato un Nazioni condizionato dalle circostanze della prima manche - ha commentato il ct Thomas Traversini - con l’episodio sfortunato di Cairoli, che già nella giornata di qualifica aveva dimostrato di essere molto competitivo in MX2. Guarneri e Phlippaerts poi hanno dato tutto nelle altre manche. Da parte mia il bilancio è positivo per lo spirito di squadra dimostrato dai ragazzi. Nonostante gli episodi sfavorevoli siamo finiti 6°, ad un punto dalla top five. Peccato per Antonio, che ha comunque fatto vedere che con la 250 avrebbe potuto raggiungere qualunque risultato". L'Italia ci riproverà l'anno prossimo a Ernée, in Francia, prima di poter giocare in casa nel 2016, quando il Nazioni farà tappa a Maggiora.

    LE CLASSIFICHE

    Gara-1 top ten: 1. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 35:13.245; 2. Ryan Dungey (USA, KTM), +0:03.732; 3. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:04.814; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:13.464; 5. Aleksandr Tonkov (RUS, Husqvarna), +0:15.220; 6. Filip Bengtsson (SWE, KTM), +0:32.340; 7. Glenn Coldenhoff (NED, Suzuki), +0:36.143; 8. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:40.866; 9. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +0:46.237; 10. Davide Guarneri (ITA, TM), +0:47.836.
    Gara-2 top ten: 1. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), 35:28.584; 2. Steven Frossard (FRA, Kawasaki), +0:03.329; 3. Dean Wilson (GBR, Kawasaki), +0:21.875; 4. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:23.377; 5. Fredrik Noren (SWE, Honda), +0:25.580; 6. Eli Tomac (USA, Honda), +0:26.102; 7. Tanel Leok (EST, TM), +0:26.726; 8. Glenn Coldenhoff (NED, Suzuki), +0:27.713; 9. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +0:43.243; 10. Marc de Reuver (NED, Honda), +0:45.552.
    Gara-3 top ten: 1. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 34:03.950; 2. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:02.146; 3. Eli Tomac (USA, Honda), +0:04.436; 4. Steven Frossard (FRA, Kawasaki), +0:21.369; 5. Dean Wilson (GBR, Kawasaki), +0:24.872; 6. Aleksandr Tonkov (RUS, Husqvarna), +0:26.519; 7. Tanel Leok (EST, TM), +0:27.657; 8. Arnaud Tonus (SUI, Kawasaki), +0:29.083; 9. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:31.589; 10. Rui Goncalves (POR, Yamaha), +0:47.533.
    Classifica del Nazioni top ten: Francia 17 punti, Belgio 27, USA 33, Gran Bretagna 33, Germania 72, Italia 73, Svizzera, Russia, Estonia, Olanda.

    TAGS:
    Motocross
    MXoN
    Italia
    Francia
    Cairoli
    Guarneri
    Philippaerts

    I VOSTRI COMMENTI

    Nessun commento