Motocross, Cairoli vince nel fango di Sevlievo

Un primo e un secondo posto di manche per il siciliano in MXGP: è fuga in classifica

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Una partenza della MXGP

Antonio Cairoli cancella la delusione di Arco di Trento e vince il GP di Bulgaria, quinta prova del Mondiale motocross. A Sevlievo il siciliano della Ktm chiude secondo la prima manche alle spalle di Paulin, ma vince d'autorità la seconda, aumentando il suo vantaggio in classifica generale, dove ora vanta 28 punti su Desalle e van Horebeek. Sul podio dell'assoluta di MXGP finiscono anche lo stesso Paulin, secondo, e van Horebeek , terzo.

IngrandisciDisattiva slideshow
Foto 1

Foto 2

Foto 3

Ufficio Stampa

Foto 4

Foto 5

Foto 6

Foto 7

Foto 8

Foto 9

Foto 10

Foto 11

Foto 12

Foto 13

Ufficio Stampa

Foto 14

Ufficio Stampa

Foto 15

Ufficio Stampa

Foto 16

Ufficio Stampa

Foto 17

Foto 18

Ufficio Stampa

Foto 19

Foto 20

Ufficio Stampa

Foto 21

Foto 22

Foto 23

Foto 24

Foto 25

Foto 26

Foto 27

Foto 28

Ufficio Stampa

Foto 29

Ufficio Stampa

Foto 30

Ufficio Stampa

Foto 31

Ufficio Stampa

Foto 32

Ufficio Stampa

Foto 33

Ufficio Stampa

    Cairoli è partito a fionda nella prima manche con Frossard e Nagl, due degli avversari più pericolosi, finiti invece a terra. Il sette volte campione, però, non è riuscito a resistere all'attacco di Gautier Paulin (Kawasaki) e si è dovuto accontentare della seconda piazza alle spalle del francese. Terzo il belga Kevin Strijbos (Suzuki), che ha preceduto i connazionale Jeremy van Horebeek (Yamaha) e Clement Desalle (Suzuki), solo quinto e costretto a incassare altri punti di distacco da Cairoli in classifica. Bella rimonta di Steven Frossard (Kawasaki) e Max Nagl (Honda), arrivati rispettivamente al nono e decimo posto alle spalle di Boog, Bobryshev e Rattray. Appena fuori dalla top ten il nostro David Philippaerts (Yamaha), 11°, mentre Davide Guarneri con la TM ha chiuso 15°. Assente Alessandro Lupino, che in allenamento si è procurato la rottura del legamento crociato e la lesione del collaterale del ginocchio destro.

    La pioggia che ha trasformato in fango la pista bulgara non ha spaventato Cairoli, che al via di gara-2 è scattato ancora al comando. Stavolta, però, nessuno è riuscito a tenere il suo ritmo e il numero 222 della Ktm ha tagliato il traguardo indisturbato, nonostante qualche rischio scivolata. Per lui si è trattato del ritorno al successo a Sevlievo, dove non vinceva da 2007, quando correva in MX2. Dietro Cairoli, al contrario, si è scatenato l'inferno, dal quale è emerso il sempre più consistente van Horebeek, capace prima di sorpassare Desalle e poi di resistere ai suoi attacchi. Paulin, invece, è stato solo quarto appena davanti a Strijbos. Buon sesto posto del sudafricano Tyla Rattray (Husqvarna). Giornata nera per Nagl, vincitore della qualifica del sabato, che è rimasto bloccato con la sua moto dalla caduta di Simpson e si è visto costretto a un'altra gara in rimonta, chiusa al decimo posto. Dodicesimo Philippaerts, mentre la migliore TM è stata quella di Tanel Leok, 13°, con Guarneri solo 19° al termine di una trasferta poco positiva per lui.

    IN MX2 DOPPIETTA DI HERLINGS

    IN MX2 DOPPIETTA DI HERLINGS

    Nella MX2 doppietta di Jeffrey Herlings (Ktm), che ha piegato quello che quest'anno si sta rivelando come il suo principale avversario. L'olandese ha infatti avuto la meglio di Arnaud Tonus (Suzuki), che nella prima manche è scivolato a due giri dal termine, lasciando la vittoria al campione del mondo. Campione che ha strappato la testa allo svizzero anche in avvio di gara-2, caratterizzata dalla pioggia, per poi tenere a bada sino alla fine ogni tentativo di sorpasso da parte di Tonus. Sul podio del GP con loro è salito anche Jordi Tixier (Ktm), due volte terzo. Giornata difficile per la terza forza del campionato, Glenn Coldenhoff (Suzuki), settimo in entrambe le manche. L'Italia, perso Lupino, emigrato definitivamente in MXGP, ha ritrovato il sorriso con Ivo Monticelli (Ktm), capace di un 12° e un 11° posto (valsi l'11.a piazza assoluta) nelle due frazioni, con la fettuccia segnapista finitagli nella ruota posteriore nelle fasi finali della seconda gara. In classifica generale Tonus ha ora soli quattro punti di vantaggio su Herlings.

    LE CLASSIFICHE

    MXGP
    Gara-1 top ten:
    1. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 35:19.641; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:08.082; 3. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:16.115; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:30.343; 5. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +1:01.766; 6. Xavier Boog (FRA, Honda), +1:09.534; 7. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:12.698; 8. Tyla Rattray (RSA, Husqvarna), +1:24.429; 9. Steven Frossard (FRA, Kawasaki), +1:27.782; 10. Maximilian Nagl (GER, Honda), +1:35.667.
    Gara-2 top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 35:40.651; 2. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:03.570; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:10.551; 4. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:41.981; 5. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:44.961; 6. Tyla Rattray (RSA, Husqvarna), +1:16.440; 7. Shaun Simpson (GBR, KTM), +1:22.728; 8. Todd Waters (AUS, Husqvarna), +1:26.334; 9. Rui Goncalves (POR, Yamaha), +1:27.951; 10. Maximilian Nagl (GER, Honda), +1:38.708. 
    Classifica GP top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 47 points; 2. Gautier Paulin (FRA, KAW), 43 p.; 3. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 40 p.; 4. Clement Desalle (BEL, SUZ), 36 p.; 5. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 36 p.; 6. Tyla Rattray (RSA, HUS), 28 p.; 7. Xavier Boog (FRA, HON), 25 p.; 8. Shaun Simpson (GBR, KTM), 23 p.; 9. Maximilian Nagl (GER, HON), 22 p.; 10. Rui Goncalves (POR, YAM), 20 p.
    Classifica mondiale top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 222 punti; 2. Clement Desalle (BEL, SUZ), 194 p.; 3. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 194 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, KAW), 180 p.; 5. Maximilian Nagl (GER, HON), 166 p.; 6. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 145 p.; 7. Todd Waters (AUS, HUS), 107 p.; 8. Xavier Boog (FRA, HON), 96 p.; 9. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 95 p.; 10. Shaun Simpson (GBR, KTM), 95 p.

    MX2
    Gara-1 top ten
    : 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 35:45.533; 2. Arnaud Tonus (SUI, Kawasaki), +0:04.431; 3. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:12.807; 4. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +0:17.900; 5. Romain Febvre (FRA, Husqvarna), +0:18.710; 6. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:37.581; 7. Glenn Coldenhoff (NED, Suzuki), +0:49.409; 8. Petar Petrov (BUL, Yamaha), +0:53.953; 9. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:56.176; 10. Aleksandr Tonkov (RUS, Husqvarna), +1:00.286 .
    Gara-2 top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 36:18.566; 2. Arnaud Tonus (SUI, Kawasaki), +0:04.511; 3. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:49.156; 4. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +0:52.087; 5. Romain Febvre (FRA, Husqvarna), +0:54.248; 6. Petar Petrov (BUL, Yamaha), +0:56.871; 7. Glenn Coldenhoff (NED, Suzuki), +0:57.131; 8. Tim Gajser (SLO, Honda), +1:07.437; 9. Aleksandr Tonkov (RUS, Husqvarna), +1:19.120; 10. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +1:22.307.  
    Classifica GP top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points; 2. Arnaud Tonus (SUI, KAW), 44 p.; 3. Jordi Tixier (FRA, KTM), 40 p.; 4. Dylan Ferrandis (FRA, KAW), 36 p.; 5. Romain Febvre (FRA, HUS), 32 p.; 6. Petar Petrov (BUL, YAM), 28 p.; 7. Glenn Coldenhoff (NED, SUZ), 28 p.; 8. Tim Gajser (SLO, HON), 28 p.; 9. Aleksandr Tonkov (RUS, HUS), 23 p.; 10. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 23 p.  
    Classifica mondiale top ten: 1. Arnaud Tonus (SUI, KAW), 198 punti; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 194 p.; 3. Glenn Coldenhoff (NED, SUZ), 176 p.; 4. Romain Febvre (FRA, HUS), 158 p.; 5. Dylan Ferrandis (FRA, KAW), 154 p.; 6. Jordi Tixier (FRA, KTM), 147 p.; 7. Aleksandr Tonkov (RUS, HUS), 130 p.; 8. Tim Gajser (SLO, HON), 121 p.; 9. Valentin Guillod (SUI, KTM), 107 p.; 10. Jose Butron (ESP, KTM), 105 p.

    TAGS:
    Motocross
    Cairoli
    Paulin
    GP Bulgaria
    Sevlievo

    I VOSTRI COMMENTI

    toniufo - 28/04/14

    Gara 1 dov'è?
    Una pagina decicata dov'è?
    Quanti mondiali deve vincere Cairoli per far si che il cross sia minimamente considerato?
    Personalmente sono molto deluso!!!!!!!!!!!!

    segnala un abuso

    robytito - 22/04/14

    Immenso TONY....

    segnala un abuso

    materazzi - 21/04/14

    E' inspiegabile che non si trasmettono tutte e due le gare nonostante abbiamo un campione italiano che vince da 7 anni il mondiale di cross.
    E' una vergogna!!!

    segnala un abuso