Motocross, Cairoli manca il podio ad Arco

Il siciliano della Ktm è quinto assoluto nella MXGP vinta da Desalle

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Una partenza della MXGP

L'Italia non porta fortuna ad Antonio Cairoli, che ad Arco di Trento, quarta tappa del Mondiale motocross, non riesce a salire sul podio della MXGP. Su una pista che non ama molto, il siciliano della Ktm chiude quinto nella classifica del GP dopo un 6° e un 4° posto di manche. La vittoria assoluta va a Clement Desalle, secondo e primo nelle due frazioni, su van Horebeek e Strijbos. In campionato Cairoli mantiene la leadership con 175 punti contro i 158 del belga della Suzuki.

La giornata di Cairoli è iniziata in salita, con un pessimo scatto all'abbassarsi del cancelletto. Il missile di Patti stavolta è rimasto bloccato nelle retrovie del gruppo, ma dalla ventesima piazza ha dato il via a una clamorosa rimonta che lo ha portato a pochi secondi dal podio, chiudendo sesto. Davanti non ha invece avuto problemi il francese Gautier Paulin (Kawasaki), che ha vinto senza doversi dannare troppo, precedendo i due belgi Clement Desalle (Suzuki) e Jeremy van Horebeek. Davanti a Cairoli anche Max Nagl (Honda) e Kevin Strijbos (Suzuki). Ottimo nono Davide Guarneri con la TM, mentre David Philippaerts (Yamaha) si è piazzato undicesimo e Alessandro Lupino (Kawasaki), al debutto nella MXGP lui che proviene dalla MX2, ha chiuso 17° appena alle spalle del rientrante Tyla Rattray (Husqvarna). Da segnalare la brutta caduta del vincitore della gara di qualifica Steven Frossard (Kawasaki), investito da Bobryshev e costretto a saltare gara-2 a causa di una trauma cranico con perdita di conoscenza.

La seconda manche è stata ricca di colpi di scena. Paulin è scattato davanti a tutti, ma stavolta Cairoli non ha sbagliato e si è inserito al sesto posto. Poi è iniziata una serie di cadute. La prima ha visto coinvolto Evgeny Bobryshev (Honda), che si è visto passare letteralmente sulla schiena in volo la Yamaha di van Horebeek. Grande spavento, ma per fortuna nessuna conseguenza per il russo. Poco dopo Paulin è stato costretto al ritiro per un guasto alla sua Kawasaki, lasciando le redini della corsa a Desalle. Alle sue spalle è risalito Cairoli, che però, ha perso il controllo della moto, finendo a terra e perdendo una manciata di posizioni. Nonostante la voglia di riprendersi, nel finale Tony è stato particolarmente "falloso" e non è stato in grado ad andare all'attacco del podio. Alla fine Desalle ha mantenuto la testa, precedendo van Horebeek e Strijbos per una tripletta belga anche sul podio finale. Un po' deluse, insomma, le migliaia di tifosi italiani intervenuti, che si sono comunque esaltati (oltre che per la vittoria di Chiara Fontanesi tra le donne) per la clamorosa rimonta di Lupino, rimasto bloccato al cancello e poi addirittura ottavo al traguardo. Poco più indietro Guarneri, 11°, e Philippaerts, 18° dopo una caduta.

MX2: HERLINGS TORNA E VINCE

In MX2 Jeffrey Herlings è tornato in pista dopo aver saltato la tappa del Brasile per infortunio, e ha vinto subito. L'olandese della Ktm, nonostante due brutte partenze intorno alla quindicesima posizione, è stato autore di due grandi rimonte: nella prima gara ha vinto, nella seconda si è piazzato alle spalle del solo Glenn Coldenhoff (Suzuki). Nella classifica del GP italiano Herlings ha preceduto lo svizzero Arnaud Tonus, secondo (dopo una caduta al via) e terzo, oltre allo stesso Coldenhoff, che in apertura era stato ottavo. Grande prova di Valentin Guillod (Ktm), due volte quarto dopo aver lottato a lungo per il podio, mentre l'Italia è rimasta a secco di punti, con Ivo Monticelli (Ktm), al debutto stagionale dopo aver dovuto saltare le prime tre tappe iridate per un infortunio durante l'inverno, che non è riuscito a entrare in zona punti. Nella classifica di campionato Tonus ha 6 punti di vantaggio su Coldenhoff e 10 su Herlings.

LE CLASSIFICHE

MXGP
Gara 1 top ten
: 1. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 35:15.959; 2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:02.310; 3. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:04.616; 4. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:08.139; 5. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:09.826; 6. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:13.420; 7. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:26.871; 8. Joel Roelants (BEL, Honda), +0:51.761; 9. Davide Guarneri (ITA, TM), +0:53.405; 10. Xavier Boog (FRA, Honda), +0:56.941.
Gara 2 top ten: 1. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 33:49.752; 2. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:00.801; 3. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:01.603; 4. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:11.113; 5. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:34.395; 6. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0:48.437; 7. Todd Waters (AUS, Husqvarna), +0:49.173; 8. Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki), +0:50.297; 9. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:53.200; 10. Xavier Boog (FRA, Honda), +0:59.055.
Assoluta top ten: 1. Clement Desalle (BEL, SUZ), 47 punti; 2. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 42 p.; 3. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 36 p.; 4. Maximilian Nagl (GER, HON), 34 p.; 5. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 33 p.; 6. Gautier Paulin (FRA, KAW), 25 p.; 7. Shaun Simpson (GBR, KTM), 24 p.; 8. Xavier Boog (FRA, HON), 22 p.; 9. Davide Guarneri (ITA, TM), 22 p.; 10. Todd Waters (AUS, HUS), 21 p.
Generale top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 175 punti; 2. Clement Desalle (BEL, SUZ), 158 p.; 3. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 154 p.; 4. Maximilian Nagl (GER, HON), 144 p.; 5. Gautier Paulin (FRA, KAW), 137 p.; 6. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 109 p.; 7. Todd Waters (AUS, HUS), 89 p.; 8. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 81 p.; 9. Joel Roelants (BEL, HON), 76 p.; 10. Shaun Simpson (GBR, KTM), 72 p.

MX2
Gara 1 top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 33:54.254; 2. Arnaud Tonus (SUI, Kawasaki), +0:02.818; 3. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:11.277; 4. Valentin Guillod (SUI, KTM), +0:13.188; 5. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:20.052; 6. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:22.015; 7. Romain Febvre (FRA, Husqvarna), +0:24.788; 8. Glenn Coldenhoff (NED, Suzuki), +0:25.139; 9. Jose Butron (ESP, KTM), +0:36.305; 10. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +0:40.523.
Gara 2 top ten: 1. Glenn Coldenhoff (NED, Suzuki), 34:08.866; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:02.787; 3. Arnaud Tonus (SUI, Kawasaki), +0:04.355; 4. Valentin Guillod (SUI, KTM), +0:19.297; 5. Romain Febvre (FRA, Husqvarna), +0:27.905; 6. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:31.225; 7. Jose Butron (ESP, KTM), +0:33.543; 8. Aleksandr Tonkov (RUS, Husqvarna), +0:43.821; 9. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:44.897; 10. Petar Petrov (BUL, Yamaha), +0:51.304.
Assoluta top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 47 punti; 2. Arnaud Tonus (SUI, KAW), 42 p.; 3. Glenn Coldenhoff (NED, SUZ), 38 p.; 4. Valentin Guillod (SUI, KTM), 36 p.; 5. Romain Febvre (FRA, HUS), 30 p.; 6. Jordi Tixier (FRA, KTM), 30 p.; 7. Tim Gajser (SLO, HON), 30 p.; 8. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 28 p.; 9. Jose Butron (ESP, KTM), 26 p.; 10. Aleksandr Tonkov (RUS, HUS), 20 p.
Generale top ten: 1. Arnaud Tonus (SUI, KAW), 154 punti; 2. Glenn Coldenhoff (NED, SUZ), 148 p.; 3. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 144 p.; 4. Romain Febvre (FRA, HUS), 126 p.; 5. Dylan Ferrandis (FRA, KAW), 118 p.; 6. Jordi Tixier (FRA, KTM), 107 p.; 7. Aleksandr Tonkov (RUS, HUS), 107 p.; 8. Jose Butron (ESP, KTM), 100 p.; 9. Valentin Guillod (SUI, KTM), 95 p.; 10. Tim Gajser (SLO, HON), 93 p.

TAGS:
Motocross
Cairoli
Arco di Trento
Paulin
Herlings

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento