La Dakar 2018 ha fatto tappa a Milano

Presentata anche in Italia l'edizione numero 40 della corsa, che partirà in Perù

Il Dakar Tour ha fatto tappa in Italia e più precisamente al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano che ha ospitato la presentazione del percorso 2018. Un’edizione speciale perché segnerà il decennale del trasferimento in Sud America del rally raid, nonché la quarantesima edizione della corsa. Ad illustrare l'itinerario, Tiziano Siviero, l'ex iridato rally con Biasion ed oggi braccio destro di Marc Coma nella gestione sportiva della corsa.

La Dakar 2018 ha fatto tappa a Milano

“Il raid torna in Perù e prenderà il via proprio da Lima - ha illustrato Siviero - . Quattordici tappe, una marathon, il giorno di riposo a La Paz e la chiusura a Cordoba in Argentina per la prima volta. In questa edizione la sabbia torna protagonista così come la navigazione. Marc Coma ha voluto mettere la firma in questa edizione tanto speciale e non mancherà l’avventura”. “Si preannuncia una Dakar molto interessante con tanta sabbia da non far rimpiangere l’Africa - ha commentato Giovanni Sala, ambasciatore KTM e ultimo italiano a salire sul podio della Dakar nel 2006 - . I rally mi hanno regalato delle soddisfazioni enormi”.

Tra le giovani promesse italiane, Sala individua Jacopo Cerutti. Quasi tutti i piloti che hanno corso la scorsa edizione hanno confermato la partecipazione alla prossima Dakar, come Alessandro Botturi, riconfermato in sella ad una Yamaha, Simone Agazzi (Honda) e lo stesso Cerutti e i piloti malle moto Toia e Metelli. Tra i rookie al via a gennaio 2018 anche Maurizio Gerini del Team Solaris di Castiglion Fiorentino, città natale di Fabrizio Meoni. Pilota di enduro e motorally, Gerini punta a vincere il Dakar Challenge al Merzouga Rally 2017.

TAGS:
Dakar
Milano

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X