Dakar, quinta tappa: Peterhansel consolida il primato, nelle moto vince Barreda

Il francese della Peugeot si conferma in vetta tra le auto, lo spagnolo risale in classifica

Dakar, quinta tappa: Peterhansel consolida il primato, nelle moto vince Barreda

Nella quinta tappa della Dakar, la più lunga della competizione da San Juan de Marcona ad Arequipa in Perù, tra le auto vince Peterhansel sulla Peugeot che consolida il suo primato in classifica generale. Undicesimo all'arrivo l'italiano Eugenio Amos della Two Wheels Drive. Nelle moto successo per lo spagnolo Barreda che torna in corsa per la vittoria finale. In classifica generale resta in testa Van Beveren, quinto di frazione.

Quinta tappa peruviana della Dakar da San Juan de Marcona ad Arequipa, un percorso lungo fatto di 934 chilometri complessivi per le auto (666 di trasferimento e 268 di prova speciale cronometrata) mentre per i motociclisti si è trattato di 774 chilometri (di cui 266 cronometrati e validi ai fini della gara). Per la prima volta in questa Dakar tutti i veicoli hanno corso contemporaneamente per la tappa più lunga di tutta la competizione. Per quanto riguarda la auto, successo in 2 ore, 51 minuti e 19 secondi per Stephane Peterhansel della Peugeot che consolida così il suo primato in classifica generale, secondo e terzo posto per due Toyota: prima l'olandese Bernhard Ten Brinke (+4'52”) e poi il sudafricano Giniel De Villiers (+12'47). Quarto posto per lo spagnolo Carlos Sainz della Peugeot (+18'10”). Quinto il qatariota Nasser Al Attiyah della Toyota (+24'33”). Al sesto posto ecco l'argentino Orlando Terranova della X-Raid Team (+24'38”). Settimo Khalid Al Qassimi della Ph Sport (+25'39”). Ottavo e nono posto per due francese, Patrick Sireyjol della Cummins France (+33'16) e Cyril Despres della Peugeot (+37'36”). Decimo posto per il polacco Jakub Przygonski della X-Raid Team (+41'13”). All'undicesimo posto ecco il primo degli italiani: Eugenio Amos della Two Wheels Drive (+42'15”). Costretto al ritiro Sebastian Loeb, complice un incidente nei primi chilometri di speciale che ha impedito al co-pilota Daniel Elena di proseguire.

Venendo alle moto, lo spagnolo Joan Barreda conquista la quinta tappa in sella alla sua Honda chiudendo il percorso in 3 ore, 19 minuti e 42 secondi. Seconda vittoria in questa Dakar per lui, praticamente prenotata sin dalle prime battute e arrivando nel finale con distacchi solo da gestire rispetto al resto del gruppo. Un successo che consente allo spagnolo di risalire al quarto posto in classifica generale e tornare a credere nella vittoria dopo il ritiro di ieri di Sam Sunderland. Al secondo posto l'austriaco Matthias Walkner della Ktm staccato di ben 10'26”. Terza piazza per l'argentino Kevin Benavides (+12'20”) della Honda, mentre al quarto posto ecco il francese Antoine Meo (+13'00”). Al quinto e al sesto posto altri due francesi della Yamaha, rispettivamente Adrien Van Beveren (+14'35” restando comunque il leader in classifica generale) e Xavier De Soultrait (+14'43”). Settimo posto per l'australiano Toby Price della Ktm (+15'00”), ottavo lo spagnolo Gerad Guell Farres (+16'54”) e nono posto per l'americano Ricky Brabec (+19'16”). Decimo il francese Johnny Aubert (+21'17”) della Gas Gas Motorsport. Primo degli italiani al traguardo Alessandro Botturi della Personal Team che ha chiuso al 26esimo posto con 36'39” di ritardo dal leader Barreda.

TAGS:
Dakar
Barreda
Loeb

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X