Dakar 2014: Roma e Coma fanno festa a Valparaiso

Doppio successo spagnolo nelle auto e nelle moto: l’ultima tappa riserva una cocente beffa a Peterhansel

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Roma e Peterhansel (Afp)

La Dakar 2014 si conclude con un altro colpo di scena nelle auto: Nani Roma (Mini) chiude al terzo posto l’ultima tappa, da La Serena a Valparaiso in Cile, e si aggiudica la 36.a edizione del rally approfittando del flop del compagno di squadra Stephane Peterhansel, solo settimo. Nelle moto trionfo annunciato per un altro spagnolo, Marc Coma (Ktm), cui basta chiudere al 18° posto l’ultima frazione, vinta dallo spagnolo della Honda Joan Barreda.

Marc Coma (Afp)

Dopo il clamoroso sorpasso di Peterhansel ai danni del compagno di squadra Roma nella 12esima tappa, e dopo le polemiche per i presunti ordini di scuderia della Mini volti a favorire il trionfo dello spagnolo, è stato lo stesso Roma a riprendersi la scena nella 13esima e ultima tappa. Il 41enne pilota catalano è arrivato terzo con un ritardo di 1’40” dal sudafricano Giniel De Villiers (Toyota) ma con un vantaggio di 6’04” su Peterhansel. Tanto è bastato a Roma per cancellare il gap di 26 secondi dal compagno di squadra francese in classifica generale e operare così il definitivo controsorpasso in vetta. Per Roma si tratta del secondo trionfo nella Dakar a dieci anni di distanza dal primo: nel 2004 aveva vinto nelle moto in sella a una Ktm. E' il terzo pilota dopo Auriol e proprio Peterhansel a vincere su due e quattro ruote.

Tutto come previsto nelle moto, dove il successo finale è andato allo spagnolo Marc Coma (Ktm). Il 37enne centauro originario di Avià (Catalogna) ha tagliato il traguardo dell’ultima tappa al 18esimo posto, un risultato di certo non brillante ma che gli è bastato per chiudere la generale con un vantaggio rassicurante (1h52’27”) sul suo più immediato inseguitore, il connazionale Jordi Viladoms. L’ultima tappa è stata vinta dalo spagnolo della Honda, Joan Barreda, davanti al francese Olivier Pain (Yamaha) e al portoghese Helder Rodrigues (Honda). Il primo a tagliare il traguardo a Valparaiso era stato in realtà il francese della Yamaha Cyril Despres, in seguito penalizzato di cinque minuti e retrocesso al quinto posto per avere percorso a velocità troppo elevata un tratto del percorso. Per Coma si tratta del quarto successo alla Dakar, dopo quelli del 2006, 2009 e 2011. Dopo il ritiro del "capitano" Botturi, il migliore della squadra italiana è stato Paolo Ceci (Speedbrain), 19° assoluto.

TAGS:
Dakar
Coma
Roma

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento