QUATTRO NUOVE NOMINE ALLA SICUREZZA

Sicurezza e intelligence, le nomine di Renzi: Gabrielli capo della polizia, Pansa al Dis

Il premier Renzi: "Scelta di serietà, in carica fino al 2018, poi sarà il futuro governo a decidere"

Ansa

Il Consiglio dei ministri ha raggiunto l'accordo sulle nuove nomine nel settore della sicurezza e dell'intelligence. "Abbiamo scelto un metodo e fatto tutte le nomine tutte insieme, e inoltre abbiamo scelto di farle per solo due anni perché siamo persone serie e nel 2018 si voterà per eleggere un nuovo governo che potrà rinnovare gli incarichi", ha affermato il premier Matteo Renzi al termine del Cdm.

Le nuove nomine nel settore dell'Intelligence

Il Consiglio dei ministri ha scelto di nominare Alessandro Pansa a capo del Dis (l'organismo di coordinamento dei due servizi segreti: Aisi, interno, Aise, esterno), l'ex capo dei Ros, il generale Marco Parente, invece sarà il nuovo direttore dell'Aisi (il servizio segreto civile, ex Sisde); Franco Gabrielli diventerà capo della polizia. Sarebbe in stand-by la designazione di Marco Carrai a capo della cyber-security.

Il generale Masiello sarà il consigliere militare di P. Chigi

"Il generale dell'Esercito Carmine Masiello è il nuovo consigliere militare di palazzo Chigi - ha quindi annunciato Renzi -. Era una nomina a cui tenevo molto - ha spiegato -. Masiello ha molte esperienze internazionali e non solo, ed è uno stretto collaboratore del capo di stato maggiore della Difesa". L'ammiraglio Valter Girardelli è invece stato nominato capo di stato maggiore della marina militare. Comandante della guardia di finanza è stato designato il generale Giorgio Toschi.

Tutti i punti al vaglio del Cdm

Ecco i temi in discussione all'attenzione del Consiglio dei ministri numero 115: la proroga delle missioni internazionali delle forze armate e di polizia; l'attuazione della direttiva Ue sulla sicurezza per l'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici); il regolamento sulla misurazione e valutazione della performance delle pubbliche amministrazioni; lo Statuto dell'Ispettorato nazionale del lavoro; lo Statuto dell'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro; la ratifica ed esecuzione del Trattato su un Tribunale unificato dei brevetti; le leggi regionali.

TAGS:
Consiglio dei ministri
Salva banche