"Nessuno strappo nel centrodestra"

Comunali, Berlusconi al Tg5: nostri candidati adatti perché non sono politici di professione

Il leader di Forza Italia contro l'astensionismo invita a recarsi alle urne: "Sono 15 minuti spesi bene". E assicura: "Nessuno strappo nel centrodestra"

Da video

"Dopo le amministrative non accadrà nulla di strano, tutti nel centrodestra sanno che uniti si vince e divisi divisi si perde. Abbiamo già un programma, ci sarà da metterselo a riguardare con Salvini e Meloni, ma le fondamenta ci sono tutte". Così il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, in un'intervista al Tg5, lancia la stoccata finale alla vigilia delle Comunali. "I nostri candidati sono migliori perché non sono politici di professione", ha aggiunto, invitando i cittadini a recarsi alle urne: "Sono 15 minuti spesi bene".

Le Comunali del Centrodestra - I nostri candidati sono "migliori" degli altri "perché abbiamo visto il profondo degrado in cui le cattive amministrazioni degli ultimi anni hanno portato le città. Abbiamo ritenuto che non potessero venire affidate a un politico di professione, abbiamo cercato qualcuno con una vasta esperienza amministrativa e manageriale", ha detto ai microfoni del Tg5 Silvio Berlusconi. "Lettieri - ha sottolineato il leader di Forza Italia - è il miglior industriale di Napoli. Marchini un uomo di impresa e con un programma molto concreto, io l'ho studiato e ci sono idee che mi sono piaciute moltissimo come l'assegnazione della manutenzione di aiuole e spazi pubblici a chi lavora o abita nelle vicinanze. Parisi lo conosco da molto, conosce molto bene l'economia, è stato city manager e ha impiantato una sua impresa che va molto bene, è un sindaco che può essere ciò di cui Milano ha bisogno. Credo che cittadini debbano votare con buon senso al di là dei singoli partiti".

"Niente strappi nel centrodestra" - "Dopo le amministrative non accadrà nulla di strano, tutti nel centrodestra sanno che uniti si vince e divisi divisi si perde. Abbiamo già un programma, ci sarà da metterselo a riguardare con Salvini e Meloni, ma le fondamenta ci sono tutte. Noi potremo prepararci alle prossime elezioni forti di un'assoluta unità e di un programma straordinario", ha precisato Berlusconi al Tg5.

L'appello contro l'astensionismo - Negli ultimi anni qualcuno tra gli elettori italiani "si è rassegnato di fronte allo spettacolo deteriore dato da questa politica. Hanno pensato che il loro voto non cambiasse nulla, ma non è vero. Noi nel 2013 abbiamo perso per soli due voti per sezione. Il voto di ognuno è importante e invito caldamente tutti, anche chi non ha votato nelle scorse tornate elettorali, ad andare a votare: sono 15 minuti spesi bene", è il messaggio che Berlusconi ha fatto arrivare agli elettori attraverso i microfoni del Tg5.

TAGS:
Silvio berlusconi
Elezioni
Amministrative
Comunali
Centrodestra
Intervista
Tg5