"senza alcuna giustificazione"

Sparatoria Dallas, Obama: "Attacco feroce e premeditato"

"Non ci sono giustificazioni", ha detto il presidente americano esprimendo profonda gratitudine alla polizia

Afp

"Quello di Dallas è stato un attacco feroce e premeditato". Lo ha detto il presidente americano Barack Obama, commentando dal vertice Nato di Varsavia l'uccisione di 5 agenti da parte di alcuni cecchini durante una manifestazione contro le aggressioni agli afroamericani. "Parlo a nome di tutti gli americani, sì è trattato di un attacco tragico senza alcuna giustificazione", ha aggiunto.

"Profonda gratitudine alla polizia" - Obama, ribadendo che è quello di Dallas è stato un attacco "malvagio, deprecabile e calcolato", ha espresso "profonda gratitudine" alla polizia, che "ogni giorno protegge le nostre comunità". 

Dubbi sui moventi dell'attacco - Il presidente degli Stati Uniti ha ammesso che non si sa ancora molto sui moventi dell'attacco, per il quale sono state fermate tre persone, mentre una quarta è morta dopo un lungo assedio di polizia. "Giustizia sarà fatta", ha assicurato.

"La giornata di oggi è un monito" - Giovedì Obama si era espresso con forza dopo l'uccisione a sangue freddo di due afroamericani da parte di agenti di polizia in Louisiana e Minnesota. "Ma credo anche - ha detto - che gli agenti abbiano un lavoro difficile e lo facciano in maniera encomiabile". "La giornata di oggi è un monito", ha sottolineato.

TAGS:
Dallas
Barack obama
Usa