STRALI CON CAMERON E KHAN

Donald Trump: "I rifugiati faranno un attentato negli Usa in stile 11 settembre"

L'accusa del candidato repubblicano: "Hanno i telefonini con la bandiera del Califfato"

Ansa

"I rifugiati in arrivo da zone in guerra compiranno un attentato negli Usa come l'11 settembre". E' la nuova accusa lanciata da Donald Trump contro gli immigrati. "Non ho dubbi, anche perché nei loro telefonini hanno la bandiera dell'Isis", ribadisce il candidato repubblicano, che a causa di frasi di questo tenore contro i musulmani si è inimicato il premier Cameron e il sindaco di Londra Sadiq Khan. Per i due sono commenti "stupidi e ignoranti".

"Ci saranno attacchi inimmaginabili, attacchi compiuti da quelle persone che stanno entrando adesso nel Paese", prosegue il tycoon, che ha inoltre dichiarato di "essere offeso" per le parole di Cameron e Khan. "Mi ricorderò di queste dichiarazioni", ha sentenziato Trump, "condannando" di fatto le relazioni con la Gran Bretagna in caso della sua elezione alla Casa Bianca.

Da parte sua David Cameron si è rifiutato di ritirare i commenti su Trump ("divisivi, stupidi e sbagliati", ha detto). Il magnate americano, di tutta risposta, si è difeso alla sua maniera. "Non sono stupido - ha detto in un'intervista televisiva -, sono una persona che unisce, contrariamente all'attuale presidente, io sono uno che unisce". Il tycoon ha poi dedicato parole al vetriolo anche al sindaco londinese: "Di lui mi importa poco, intendo dire che non è che cambi gran che le cose per me, vediamo come se la caverà, vediamo se sarà un bravo sindaco".

TAGS:
Donald trump
Isis
Islam
David cameron
Sadiq khan