SPARI SULLA MANIFESTAZIONE

Caos a Dallas, polizia pubblica la foto del sospetto sbagliato

Sommersa di critiche dopo la gaffe su Twitter. L'immagine ha fatto il giro dei maggiori media americani

Errore della polizia, che è stata sommersa dalle critiche. Su Twitter era stata pubblicata la foto del sospetto (sbagliato) della sparatoria di Dallas. Ma l'uomo, Mark Hughes, come si vede poi in un video, quando rilascia l'arma agli agenti per gli accertamenti, era in servizio di ordine cittadino. I quattro veri aggressori che hanno sparato sulla manifestazione sono stati poi identificati: 3 sono in stato di fermo, il quarto è stato ucciso.

Hughes è stato rilasciato dopo che si era consegnato agli agenti per gli accertamenti. Il fratello Cory, uno degli organizzatori della protesta contro l'uccisione di neri da parte della polizia, ha detto che Mark non è coinvolto nell'attacco e non ha sparato a nessuno.

In Texas infatti è legale girare in pubblico con un'arma da fuoco. Intanto sono stati effettuati tre fermi, mentre una quarta persona, legata alla sparatoria, si è suicidata.

TAGS:
Dallas