Attentato a San Pietroburgo, bomba nella metropolitana: 10 morti

L'ordigno utilizzato conteneva tritolo e schegge. Disinnescata una seconda bomba inesplosa. Aperta un'indagine per terrorismo

Tempo reale

Twitter

Attentato nella metropolitana di San Pietroburgo, in Russia, dove una bomba ha provocato 10 morti e 47 feriti, di cui 6 gravi. La deflagrazione è avvenuta su un vagone di un treno tra le stazioni di Sennaya Ploshchad e Teknologicheskiy Institut. Nella stazione di Ploshchad Vosstaniya trovato e disinnescato un secondo ordigno inesploso: era "mascherato" da estintore. Aperta un'indagine per terrorismo.

Sospetto attentatore filmato dalle telecamere interne del metrò

La persona che si sospetta abbia piazzato l'ordigno nel vagone della metro esploso a San Pietroburgo sarebbe stato filmato dalle telecamere interne. Lo riferisce Interfax. Secondo altre fonti, la bomba era stata piazzata in una ventiquattrore.

Disinnescato l'ordigno inesploso

E' stato disinnescato l'ordigno inesploso rinvenuto nella stazione della metropolitana di Ploshchad Vosstaniya. Lo riferisce il Comitato nazionale russo antiterrorismo in una nota.

Attentato Pietroburgo, Farnesina al lavoro

L'unità di crisi della Farnesina è al lavoro in stretto raccordo con il Consolato Generale d'Italia a San Pietroburgo, per appurare se cittadini italiani sono stati coinvolti nell'esplosione nella metropolitana della città del nord della Russia. Lo twitta la stessa unità di crisi.

Antiterrorismo: il bilancio è di 9 morti e 20 feriti

E' di almeno nove persone morte e oltre 20 feriti l'ultimo bilancio dell'esplosione avvenuta nella metropolitana di San Pietroburgo: lo afferma il Comitato nazionale russo antiterrorismo. Secondo l'assessorato alla Salute della città russa, sono 25 le persone ricoverate in ospedale, tra cui almeno un bambino. Anche il sindaco Gheorghi Poltavcenko, parla di "circa 10 persone morte" e "oltre 20" ferite.

La procura russa parla di "attentato"

La procura generale russa parla di "attentato" per l'esplosione avvenuta nella metropolitana di San Pietroburgo e in cui hanno perso la vita almeno dieci persone.

Attentato San Pietroburgo: solo una l'esplosione, probabilmente su un vagone

Nella metropolitana di San Pietroburgo "c'è stata solo un'esplosione" e non due, come riferito in precedenza da media russi e testimoni: lo afferma una fonte citata dall'agenzia Interfax. "C'è stata solo un'esplosione, nessun incendio, tutti i morti si trovavano dentro il vagone vicino al luogo dell'esplosione", ha detto la fonte. Al momento si ipotizza che la deflagrazione sia avvenuta su un vagone di un treno.

Rafforzate le misure di sicurezza in aeroporto

Dopo le esplosioni, sono state rafforzate le misure di sicurezza all'aeroporto Pulkovo di San Pietroburgo. Il comitato antiterrorismo ha riferito che la sicurezza è stata potenziata in tutti i mezzi di trasporto essenziali.

San Pietroburgo, ordigno inesploso in un'altra stazione

Un ordigno inesploso è stato rinvenuto in un'altra stazione della metro di San Pietroburgo, quella di Ploshchad Vosstaniya. Lo riferisce Interfax.

Attentato San Pietroburgo: 10 morti e almeno 50 feriti

Dieci morti e almeno 50 feriti: è questo il bilancio provvisorio delle vittime delle esplosioni nella metro di San Pietroburgo, secondo un portavoce del governatore della citta'. Lo riferisce la tv russa.

San Pietroburgo, esplosione nel tunnel tra due stazioni

Si è verificata nel tunnel tra due stazioni l'esplosione nella metro di San Pietroburgo che ha causato almeno 10 morti e 50 feriti. Lo precisa l'antiterrorismo russo citato dalla Tass. La deflagrazione è avvenuta tra la fermata di Sennaya e quella del Tekhnologichesky Institut. Per questo il fumo ha avvolto entrambe le stazioni.

TAGS:
San pietroburgo
Russia
Sennaya Ploshchad

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X