sempre piu' casi

Torino, via al sequestro degli smartphone dopo un incidente stradale

Primo caso nella città sabauda: analizzati gli apparecchi tecnologici per capire se l'automobilista stesse usando il cellulare

Dal Web

Via al sequestro di smartphone e tablet dopo un incidente stradale. Il primo caso è avvenuto a Torino dove il nucleo di investigazione scientifica della polizia municipale ha ritirato e analizzato gli apparecchi tecnologici in uso dall'automobilista per capire se al momento del sinistro stesse usando il telefono. Il Viminale studia il progetto dato che le ultime statistiche vedono lo smartphone come una delle principali cause di incidenti.

Da Milano a Palermo sempre più casi di scontri d'auto avvengono per colpa degli smartphone. A Bari per esempio i vigili in un mese di telelaser, lo strumento che permette di fotografare chi è al volante con il telefono in mano, hanno fatto 138 verbali. Dall'inizio dell'anno invece le multe per chi parla al telefono durante la guida sono state 325 mentre 143 per chi manda messaggi.

A Roma c'è stato il record di multe: da gennaio ad agosto 2016 sono state effettuati 24.065 verbali contro i 20.075 dello stesso periodo del 2015. A Torino addirittura un uomo è stato beccato dalla polizia locale mentre guidava con una mano uno scooter e con l'altra catturava Pokemon.

A Milano invece le multe per guida col cellulare sono state meno di 2mila, ma in aumento rispetto all'anno passato. Mentre a Firenze da due anni c'è una pattuglia in borghese che dà la caccia a chi usa lo smartphone alla guida. Il trend dell multe, come scrive La Repubblica, è in linea con il 2015 sulle 1.353 in un anno. A Palermo c'è chi addirittura si è fatto impiantare il porta smartphone in auto per poter giocare a Candy Crush.

TAGS:
Torino
Bari
Milano

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X