Rally, auto esce di strada e travolge il pubblico: morto un bimbo, gara sospesa

Nell'incidente feriti i genitori, miracolosamente illeso l'altro fratellino di tre anni. La Procura apre un'inchiesta, non si esclude l'imprudenza del pilota

Ansa

Grave incidente al rally Città di Torino. A Coassolo, all'altezza di una curva, un'auto, la Skoda Biella, è uscita di strada e ha travolto alcuni spettatori. Un bambino di 6 anni è morto, i genitori feriti, mentre il fratellino di tre anni è rimasto miracolosamente illeso. Il pilota forse ha perso il controllo del veicolo per malore o imprudenza. La Procura di Ivrea ha aperto un'inchiesta. La gara è stata subito sospesa.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Venaria Reale, insieme con le ambulanze del 118 e l'elisoccorso. La vettura avrebbe toccato il cordolo di cemento della strada, finendo al di là della linea di sicurezza senza che il pilota potesse fare qualcosa. Per il piccolo di sei anni i soccorsi sono stati inutili.

Un'ipotesi degli inquirenti è che il piccolo stesse seguendo la corsa con i genitori in un punto vietato. I profili che si devono valutare sono però numerosi: dall'efficienza dell'organizzazione alle condizioni del circuito e anche allo stato del pilota. La vettura è stata messa sotto sequestro.

Gli organizzatori: "Siamo addoloratissimi, mai accaduto in 32 anni" - "Siamo addoloratissimi, la gara è stata sospesa. In 32 anni non era mai successa una cosa del genere". Così il Rally Team Eventi sull'incidente. "Ci sono dei fattori da chiarire", aggiungono sulla dinamica dell'incidente gli organizzatori.

TAGS:
Rally
Torino

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X