"SFRUTTAMENTO E' PECCATO MORTALE"

Papa Francesco: "Chi si arricchisce con il lavoro nero è una sanguisuga schiavista"

Il Pontefice nell'omelia della messa mattutina a Casa Santa Marta: "Lo sfruttamento è un peccato mortale"

Ansa

"Chi accumula ricchezze con lo sfruttamento, il lavoro in nero, i contratti ingiusti, è una sanguisuga che rende schiava la gente". Lo ha detto Papa Francesco nell'omelia della messa mattutina a Casa Santa Marta. "Il sangue di chi è sfruttato nel lavoro è un grido di giustizia al Signore", ha aggiunto il Pontefice. "Lo sfruttamento del lavoro, nuova schiavitù, è un peccato mortale", ha ribadito.

Durante il suo discorso, Bergoglio ha poi sottolineato la vacuità delle ricchezze, che "in se stesse sono buone, ma sono relative e vanno messe al posto giusto. Non si può vivere per le ricchezze". E ha proseguito: "E' più importante un bicchiere d'acqua nel nome di Gesù che tutte le ricchezze accumulate con lo sfruttamento della gente".

TAGS:
Papa francesco