IN ZONA NAVIGLI

Forte esplosione a Milano, sventrata una palazzina in zona Navigli: tre vittime e almeno nove feriti

Lo scoppio sarebbe stato provocato da una fuga di gas. Ustionate due bimbe di 7 e 11 anni: la loro mamma è tra le vittime

Twitter

Un'esplosione ha provocato il crollo di parte di una palazzina a Milano, in zona Navigli. Nello scoppio, causato forse da una fuga di gas, sono rimaste uccise tre persone, tra cui Riccardo Maglianesi, 28enne di Morovalle, e la fidanzata Chiara Magnamassa, una 22enne di Monte San Giusto. Proprio nell'appartamento della coppia sarebbe avvenuta l'esplosione. Almeno nove i feriti, tre sono in gravi condizioni.

Tra i feriti ci sono due bambine, ricoverate al Niguarda. La più grande, di 11 anni, ha ustioni sul 20-25% del corpo, la più piccola, di 7, sul 40-45% alcune di grado profondo. E' lei quella in condizioni più gravi. La mamma delle due bambine è morta nell'esplosione, il padre è ricoverato in un altro ospedale. Feriti anche una donna incinta e altri due bambini. Altre tre persone ferite hanno invece rifiutato il ricovero.

Mentre continuano le verifiche per accertare quante persone fossero all'interno dell'edificio, resta da valutare l'agibilità del palazzo. "Si temono almeno 15 appartamenti inagibili", ha detto l'assessore ai lavori pubblici del Comune di Milano, Carmela Rozza. Gli investigatori, intanto, hanno escluso l'ipotesi di un suicidio. La parte crollata è interna alla palazzina e affaccia sul cortile di un palazzo più ampio: vi si accede da via Portoferraio.

Il crollo è avvenuto attorno poco prima delle 9 del mattino mentre molti abitanti dell'edificio erano ancora in casa. Il boato è stato sentito fino in zona Porta Romana. Il palazzo, che si trova non molto distante dall'Università Bocconi, ha una ventina di appartamenti e, spiegano i vicini, più volte era stato oggetto di ristrutturazione.

Il sindaco Pisapia: "Una tragedia, lutto cittadino per le esequie" - "L'esplosione in via Brioschi ha causato una tragedia terribile che colpisce tutta la nostra comunità", ha detto il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, spiegando che sarà proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali delle vittime. "A nome di tutti i milanesi - ha spiegato - esprimo il più profondo cordoglio per le vittime e la vicinanza a tutti i feriti".

TAGS:
Cronaca milano
Milano
Navigli
Riccardo maglianesi