AI DOMICILIARI

Espianto ovuli, Antinori: "L'infermiera che mi accusa è dell'Isis"

Il medico risponde al telefono alla stampa dalla sua casa romana dov'è ai domiciliari. Forse venerdì andrà davanti al gip

Ansa

Il ginecologo Severino Antinori attacca l'infermiera che lo ha accusato di averle espiantato ovuli contro la sua volontà. "Era una dell'Isis. Lei l'ha buttata sulla rapina di ovociti perché l'ho scoperta", afferma il medico ora ai domiciliari. I segni di violenza, poi, sarebbero stati procurati dalla stessa donna facendosi male "davanti a testimoni", conclude.

Antinori, dopo essere stato denunciato dalla sua infermiera, si trova agli arresti domiciliari nella sua abitazione a Roma e potrebbe sostenere l'interrogatorio di garanzia venerdì. Le dichiarazioni sul coinvolgimento nell'Isis della sua principale accusatrice sono state raccolte al telefono dal TgR della Lombardia.

TAGS:
Severino Antinori
Isis