IL METEO

Alta pressione latitante: Italia divisa tra sole e nubi, ma resta alto il rischio di temporali

Fino a martedì rovesci possibili soprattutto nel pomeriggio nelle zone prealpine e nelle pianure vicine delle Venezie e in molte zone della penisola

Meteo.it

Alta pressione latitante ancora per alcuni giorni sull’Italia che rimane coinvolta in un flusso di correnti mediamente nord-occidentali che saranno responsabili di numerose anche se temporanee fasi instabili, quindi con presenza di rovesci e temporali. Fino a martedì - affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo - rovesci e i temporali saranno possibili soprattutto nel pomeriggio nelle zone prealpine e nelle pianure vicine delle Venezie e in molte zone della penisola, specie quelle montuose dell’interno, ma con sconfinamenti più localizzati fino ai litorali. Mercoledì dovrebbe essere una giornata più stabile con fenomeni pressoché assenti sul nostro Paese. Al momento resta molto incerto l’arrivo per giovedì di una nuova e veloce perturbazione. Le temperature si manterranno su valori vicini alla media stagionale grazie alla disposizione delle correnti che favorirà afflussi di masse d’aria dalle latitudini più elevate. La ventilazione a inizio settimana tenderà ad attenuarsi rimanendo ancora moderata intorno alle isole maggiori.


PREVISIONI PER OGGI

Oggi al Nordovest in mattinata prevalenza di bel tempo e di sole con annuvolamenti significativi solo nei settori orientali e meridionali della Lombardia; nel pomeriggio prevalgono ancora le zone soleggiate salvo lo sviluppo di nubi e temporali nei sulla Lombardia centro-orientale e nei settori più occidentali e orientali della Liguria. Al Nordest inizio di giornata tranquillo con della nuvolosità variabile e irregolare alternata ad ampie schiarite; nel pomeriggio aumenta l’instabilità nel Triveneto e quindi il rischio di piogge sotto forma di intensi rovesci o temporali; in serata persistono le piogge tra Venezie ed Emilia Romagna.

Al Centro giornata con una prevalenza di nubi in tutte le regioni, le schiarite più ampie le avremo al mattino tra l’Abruzzo e il Molise, con poche piogge al mattino tra Toscana, Umbria e zone interne delle Marche; nel pomeriggio invece avremo molta instabilità con numerosi rovesci o temporali non solo nelle zone interne ma anche lungo le coste adriatiche.

Al Sud al mattino soleggiato nel nord della Puglia tra Foggiano e Gargano, molte nubi altrove con piogge sparse tra Campania e Calabria dove poi nel pomeriggio ci saranno schiarite anche ampie; aumenterà invece l’instabilità sulla Puglia centrale e settentrionale con lo sviluppo di rovesci e locali forti temporali; isolati fenomeni anche lungo l’Appennino. In Sicilia al mattino cielo parzialmente nuvoloso ma senza piogge e con tendenza a schiarite sempre più ampie a iniziare dai settori occidentali; nel pomeriggio prevalenza di sole con scarsi ed innocui annuvolamenti. In Sardegna giornata in gran parte soleggiata soprattutto nella seconda parte della giornata.

Temperature senza variazioni di rilievo - Venti da nord, intensi tra Piemonte orientale e Lombardia occidentale e poi nei settori centrali della Liguria. Venti moderati di Bora sull’alto Adriatico e sull’Adriatico centrale. Venti da moderati a forti occidentali al Sud e sulle Isole, Maestrale in Sardegna e Tirreno centrale. Indice di Affidabilità della previsione tra 80 e 85 da Nord a Sud.

Rischio temporali forti - Il rischio di rovesci e temporali resta elevato e diffuso sul territorio; secondo gli ultimi aggiornamenti i settori in cui è più probabile che si verifichino fenomeni intensi sono la Garfagnana e il settore appenninico tra basso Lazio e Abruzzo.


PREVISIONI PER DOMANI

Lunedì al mattino schiarite più o meno ampie su Alpi, Toscana, Umbria, alto Lazio, Calabria e Isole; nubi più o meno consistenti nel resto d’Italia, compatte e associate a qualche breve pioggia su Campania, potentino e Salento. Nel pomeriggio tendenza a maggiori schiarite in Val Padana; torna un po’ di instabilità con sviluppo di locali rovesci o temporali nel settore prealpino tra est Lombardia e Nordest con sconfinamenti nelle pianure vicine, nelle Alpi Marittime e lungo gran parte dell’Appennino, con interessamento anche delle zone interne tra Toscana e Campania e tra il Golfo di Taranto e Salento. Tutti i fenomeni tenderanno ad attenuarsi in serata. Temperature senza grandi variazioni di rilievo, segnaliamo solamente una diminuzione dei valori minimi al Centronord. Venti moderati sul basso Tirreno, nelle Isole e sul Basso Adriatico, altrove correnti deboli.

TENDENZA SETTIMANA

Martedì sarà l’ultima giornata in questo contesto di instabilità: al mattino nuvolosità irregolare in gran parte delle regioni peninsulari con il rischio di locali piogge o rovesci su bassa Toscana e settore Adriatico tra il sud delle Marche e la Puglia centro-settentrionale; più soleggiato al Nord, sull’alta Toscana, gran parte della Calabria e sulle isole. Nel pomeriggio nuova fase instabile con il rischio di rovesci o temporali su bassa Toscana, Lazio, zone interne di Abruzzo e Molise, Campania Puglia e Basilicata; rovesci più occasionali sulle Prealpi lombarde e orientali; più soleggiato anche il litorale marchigiano. In serata qualche rovescio tra Basilicata e Puglia meridionale, miglioramento invece al Centro con schiarite più diffuse. Temperature massime in lieve calo nelle zone interessate dallo sviluppo di temporali. Venti fino a moderati su basso Tirreno e Isole.

Mercoledì la circolazione tenderà a stabilizzarsi, con una giornata stabile e soleggiata quasi ovunque. Gli annuvolamenti più consistenti riguarderanno il settore alpino centrale. A fine giornata nuvolosità in aumento a Nordovest.

Tra giovedì e venerdì un nuovo nucleo di instabilità potrebbe interessare l’Italia, ma con traiettoria ancora molto incerta e quindi con effetti che andranno verificati nei prossimi giorni. 

TAGS:
Meteo
Previsioni